Home Altre patologie Donne e afro-americani a più alto rischio di ictus

Donne e afro-americani a più alto rischio di ictus

di Silvia Bandini
Donne e afro-americani a più alto rischio di ictus

Tra le persone HIV-positive, i gruppi esposti a un più alto rischio di ictus sono quello delle donne, degli afro-americani e dei pazienti con carica virale non soppressa, stando ai risultati di uno studio presentato alla Conferenza.

L’infezione da HIV è un noto fattore di rischio per l’ ictus, e i dati sembrerebbero indicare che la frequenza di questi eventi negli Stati Uniti sia in aumento.

Donne e afro-americani a più alto rischio di ictus

Un’equipe di studiosi ha analizzato gli outcome di circa 7000 persone che hanno iniziato la terapia antiretrovirale tra il 1998 e il 2011, allo scopo di determinare la frequenza di ictus e attacchi ischemici minori (i cosiddetti ‘mini-ictus’) e i fattori associati a tali outcome.

Sono stati riportati in totale 54 tra ictus e ‘mini-ictus’. L’incidenza è risultata più elevata tra gli ultrasessantenni, tra le donne e tra gli afro-americani.

Lo studio ha confermato l’associazione tra ictus e svariati fattori di rischio ben noti, tra cui colesterolo LDL alto, ipertensione e insufficienza renale. Anche una carica virale HIV elevata è risultata un fattore di rischio.

I ricercatori hanno sottolineato che vari fattori di rischio sono modificabili, e suggeriscono che iniziare tempestivamente la terapia antiretrovirale potrebbe essere d’aiuto. Anche il fatto che donne e afro-americani risultano più esposti al rischio  è un dato che a loro avviso merita ulteriori approfondimenti.
Link collegati

Resoconto completo su Aidsmap

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più