La terapia PrEP contro l’HIV sarà disponibile in tutta l’Inghilterra

La terapia PrEP sarà di routine disponibile in tutta l’Inghilterra come parte dell’obiettivo del governo di porre fine alla trasmissione dell’HIV entro il 2030.

Le autorità locali riceveranno 16 milioni di sterline nel periodo 2020-2021 per erogare il trattamento preventivo di HIV PrEP.

I finanziamenti del Dipartimento della sanità e dell’assistenza sociale assicureranno che chiunque sia ad alto rischio di contrarre l’HIV riceverà la PrEP dalla propria clinica di salute sessuale locale per ridurre il rischio di contrarre il virus.

Se assunta quotidianamente, la terapia PrEP è altamente efficace nel prevenire la trasmissione dell’HIV dal sesso o dall’uso di droghe per iniezione. Gli studi hanno dimostrato che la PrEP riduce il rischio di contrarre il virus attraverso il sesso di circa il 99%, se assunto quotidianamente.

La PrEP è attualmente disponibile in Inghilterra attraverso “la prova di impatto PrEP” di 3 anni, che ha reclutato oltre 20.000 partecipanti. Il nuovo finanziamento da 16 milioni di sterline consentirà inoltre alle persone sotto processo di continuare a utilizzare la PrEP al termine del periodo di prova.

Si stima che 103.800 persone vivessero con l’HIV nel Regno Unito nel 2018, di cui 7.500 non erano consapevoli della propria infezione. Le cifre mostrano che le trasmissioni di HIV negli uomini gay e bisessuali sono diminuite del 71,4% dal 2014 (potete cliccare qui per un approfondimento sullo stato di trasmissione dell’HIV nel Regno Unito).

Nel gennaio 2019, il governo si è impegnato a raggiungere zero trasmissioni di HIV entro il 2030. Ciò dipende dai continui sforzi di prevenzione come la messa a disposizione della PrEP per tutti coloro che ne hanno bisogno.

I test HIV in una vasta gamma di contesti, un aumento dell’uso del preservativo e la disponibilità della terapia antiretrovirale (ART) hanno tutti contribuito al calo delle trasmissioni.

Il segretario alla sanità e all’assistenza sociale, Matt Hancock, ha dichiarato: Ricordo quando l’HIV era una condanna a morte – e ancora oggi ha un impatto devastante su così tante vite in tutto il paese. Mentre è incoraggiante vedere le trasmissioni di HIV continuare a scendere in tutto il Regno Unito, sono determinato a fare di più e a porre fine alla trasmissione dell’HIV. Quindi stiamo implementando la terapia PrEP e rendendola disponibile in tutto il paese – con prove che mostrano che sradica quasi completamente le possibilità di contrarre l’HIV. Ciò andrà a beneficio di decine di migliaia di vite di persone e ci spingerà verso la nostra ambizione di trasmissione zero dell’HIV in questo decennio.

Il ministro della Sanità Jo Churchill ha dichiarato: “Essere testati per l’HIV non è mai stato così facile e con potenti misure preventive come la PrEP disponibile siamo sulla buona strada per ottenere l’eliminazione delle trasmissioni in Inghilterra per sempre […] Questa è una parte cruciale del nostro lavoro per affrontare la condizione e lo stigma che la circonda rendendo più accessibili i trattamenti vitali e migliorando la consapevolezza nazionale.

Il professor Noel Gill, capo delle IST e dell’HIV presso il Public Health England, ha dichiarato: “La combinazione di uso del preservativo, test dell’HIV ampliati, trattamento tempestivo e PrEP sta funzionando nel Regno Unito, portando a forti cali nella trasmissione dell’HIV, specialmente negli uomini gay. L’obiettivo di eliminare la trasmissione dell’HIV entro il 2030 dipende dal rendere la PrEP immediatamente disponibile a tutti coloro i quai sono ad alto rischio di contrarre l’HIV“.

C’è ancora molto lavoro da fare per garantire che la terapia PrEP non sia vista solo come uno strumento di profilassi per gli uomini gay e bisessuali, e che i suoi chiari benefici raggiungano altri gruppi colpiti dall’HIV, tra cui donne, uomini etero e persone transgender.

Deborah Gold, amministratore delegato del National AIDS Trust, ha dichiarato: “Siamo lieti che PrEP sarà finalmente disponibile gratuitamente per tutti coloro che ne hanno bisogno in Inghilterra. Questo è un momento fondamentale in una battaglia quinquennale che il National AIDS Trust e altri hanno intrapreso, compresa la nostra azione giudiziaria del 2016 contro il SSN Inglese per non aver considerato la prevenzione della PrEP e dell’HIV come parte dei suoi obblighi“.

Entro la fine di ottobre 2020, l’accesso alla PrEP tramite la prova d’impatto di PrEP è destinato a concludersi e quindi l’implementazione renderà disponibile il servizio, con la messa in servizio di routine per le persone che ne hanno maggiormente bisogno.

Articolo pubblicato sul sito ufficiale del governo del Regno Unito a questo link, e tradotto per Dr. Rainbow da Chicco Grassellini

Fonte: https://www.blmagazine.it/

Related posts

Cannabis terapeutica, la parola a Speranza

Hiv/Aids. Iardino: “Bisogna tornare a parlarne e richiamare l’attenzione politica e sanitaria”

Le persone affette da HIV affrontano nuove sfide per la continuità dell’assistenza durante il blocco COVID