Home Attualità Andrew Pulsipher: ogni giorno ‘positivo’

Andrew Pulsipher: ogni giorno ‘positivo’

di Silvia Bandini
positivo

“Avere una famiglia NEGATIVA può essere la cosa più POSITIVA della vita” è la frase che Andrew Pulsipher ha usato per descrivere la foto di copertina del suo profilo Facebook. Andrew è nato positivo all’ HIV e lo ha tenuto nascosto per 33 anni. Ora ha deciso di dirlo per spezzare lo stigma.

 

 

Con entrambi i genitori morti di Aids , Andrew è cresciuto insieme agli zii e a parte i migliori amici , non ha mai raccontato ad altri della sua malattia. Voleva vivere una vita normale, con tanti amici e una bella famiglia. Da ragazzo Magic Johnson era il suo eroe perché “era l’unica persona che lo poteva davvero ispirare.” Arrivato alla scuola superiore, si è reso conto di poter sposarsi e avere una famiglia propria. Era forte abbastanza. Poi ha incontrato sua moglie, Victoria. Si sono frequentati per un pò, poi Andrew ha trovato il coraggio di dirlo e la notizia non ha cambiato le cose.
Victoria lo amava e voleva stare con lui: il resto non era importante.
Ora vivono una vita normale e raramente parlano di HIV.
Il loro primo figlio è stato concepito con lo ‘sperm washing’, una procedura sicura ed usata dalle coppie sierodiscordanti quando il partner positivo all’HIV è l’uomo.
Hanno tre bellissimi bambini e celebreranno il loro decimo anniversario di matrimonio nel mese di ottobre.

La testimonianza di Andrew tramite la sua pagina Facebook ha un obiettivo molto semplice: rompere lo stigma e incoraggiare le persone con HIV ad essere forti e a vivere la loro vita.

Grazie Andrew!

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più