Home Donne Anticorpi contro l’Hiv nel latte materno

Anticorpi contro l’Hiv nel latte materno

di Luca Negri
Aggiornamento delle Linee guida inglesi sul trattamento dell'HIV in gravidanza

Il latte materno contro l’Aids: infatti conterrebbe degli anticorpi che aiutano a fermare il virus dell’Hiv. Li hanno individuati i ricercatori della Duke University Medical Center che, come spiegano nello studio pubblicato sulla rivista ‘Plos One‘, hanno isolato gli anticorpi dalle cellule immunitarie B nel latte di madri sieropositive in Malawi, dimostrando che queste cellule B possono generare degli anticorpi neutralizzatori in grado di inibire il virus dell’hiv.

L’hiv-1 può essere trasmesso dalla madre al figlio tramite l’allattamento, anche se solo una madre sieropositiva su 10 che allatta passa il virus al neonato.

”Ciò è significativo – spiega Sallie Permar, coordinatrice dello studio – Ci siamo chiesti se vi sia una risposta immunitaria che protegge il 90% dei neonati e come sfruttarla per sviluppare una profilassi del sistema immunitario nell’allattamento da madri sieropositive”.

I ricercatori hanno così stabilito che le cellule B nel latte materno possono produrre degli anticorpi hiv-neutralizzatori, migliorando la risposta al virus. Per gli scienziati è una possibile strada da esplorare per lo sviluppo di un vaccino contro l’hiv-1.

”Questo lavoro è importante – aggiunge Barton Haynes, coautore dello studio – perché aiuta a capire cosa deve fare un vaccino per proteggere i bambini dalla trasmissione tramite mucosa durante l’allattamento. Gli anticorpi isolati sono i primi anticorpi all’hiv trovati nel latte materno in grado di reagire”.

Gran parte della trasmissione dell’hiv-1 avviene tramite le mucose del corpo, come il tessuto vaginale e il tratto gastrointestinale, che hanno le loro cellule immunitarie. ”Le cellule immunitarie delle mucose possono dialogare e circolare tra compartimenti – continua Permar – Gli anticorpi trovati nel latte materno possono essere estratti anche in altri tessuti”.

 

FONTE: blitzquotidiano

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più