Home Campagne ”Born HIV free”, nuovo video contro l’AIDS

”Born HIV free”, nuovo video contro l’AIDS

di Luca Negri

A sette settimane dal lancio della campagna BORN HIV FREE da parte del Fondo Globale, il canale dedicato YouTube è stato già visitato da 11 milioni di utenti.

Il canale propone l’eccezionale cortometraggio animato “Baby in the Sky”, creato dal  team di designer Les Bomzoms e con la colonna sonora di Amy Winehouse. Euronews, il canale di informazione internazionale, partecipa alla campagna trasmettendo il video fino ad ottobre.

“L’obiettivo della campagna BORN HIV FREE è di incoraggiare milioni di persone a sostenere il Fondo Globale, in modo da poter porre finalmente fine alla tragedia dei 430.000 bambini che ogni anno nascono sieropositivi, nonostante disponiamo dei mezzi e delle capacità per evitarlo”, afferma Carla Bruni-Sarkozy. “Speriamo che questo bellissimo video raggiunga un’ampia audience grazie alla sua ingenuità creativa e che spinga milioni di persone a sostenere il Fondo Globale, così da porre fine a questa terribile ingiustizia.”

“Baby in the Sky” è un video altamente creativo e fantasioso, che esprime la bellezza della vita che si prospetta per un bambino non ancora nato. Il cortometraggio mostra artisticamente un viaggio immaginario in un mondo pieno di luoghi avventurosi e creature fantastiche. Si conclude con un appello di Carla Bruni-Sarkozy che auspica una generazione libera dall’HIV: “La vita può essere un viaggio meraviglioso, l’AIDS non deve troncarlo”.

Il video deve la sua colonna sonora alla pluripremiata artista Amy Winehouse, che ha concesso l’utilizzo pro bono della sua canzone “Back to Black”.

“Tutto stava nel trovare la giusta risonanza con le immagini del filmato creato da Bonzoms”, afferma Julien Civange, il musicista e produttore che ha concepito la campagna Born HIV Free, a proposito dell’utilizzo della musica di Amy Winehouse. “Volevamo trovare un pezzo che fosse moderno e allo stesso tempo molto conosciuto, qualcosa che avesse la stessa sensibilità del cortometraggio. La magia è nata con la colonna Sonora di Amy Winehouse, artista che Carla Bruni-Sarkozy considera tra le migliori e talentuose della sua generazione e che è stata così generosa da aderire alla campagna.”

Il filmato animato è visibile sul canale YouTube dedicato alla campagna Born Hiv Free e sarà distribuito attraverso diverse piattaforme di social media e altri mezzi di comunicazione.

Inoltre, dal 20 giugno, Euronews sta trasmettendo “Baby in the Sky” su tutto il suo network di 155 paesi europei. Il video sarà trasmesso all’interno di uno spot di 90 secondi con una media di tre volte al giorno per un mese e, successivamente, una volta al giorno fino al 5 ottobre 2010.

“Tutti noi di Euronews siamo molto orgogliosi di essere associati a quest’iniziativa, sostenuta da un video animato incredibilmente positivo” , afferma Philippe Cayla, Presidente del Comitato Esecutivo di Euronews. “Apriamo con entusiasmo un network influente e di vasta portata come quello di Euronews a questi professionisti ed esperti nella lotta all’eradicazione della trasmissione dell’HIV durante la gravidanza. Ci stiamo mobilitando perché la campagna sia un successo e crediamo fermamente che gli spettatori di Euronews ne saranno affascinati e desidereranno partecipare alla campagna Born HIV Free”, ha aggiunto Cayla.

Anche CNBC sta trasmettendo il video, a partire dal giorno di lancio della campagna,  attraverso il suo network in Europa, Medio Oriente e Africa.

Riferendosi alla natura distintiva del progetto “Baby in the Sky”, Jack-Antoine Charlot, uno dei designer di Bonzoms, ha sottolineato: “Abbiamo ritenuto necessario smettere di giocare con la nozione di colpa come incentivo per le persone e rinforzare il desiderio di condivisione per sentirsi parte comune di qualcosa. I farmaci per fermare la trasmissione dell’HIV da madre a figlio esistono già, il problema è la mobilitazione.”

Terminata la visione del filmato, si consiglia agli spettatori di dimostrare il proprio supporto inserendo il proprio nome nella “bacheca di sostegno virtuale” della campagna, attraverso il sito www.bornhivfree.org. La campagna chiede alle persone di sostenere con un semplice click l’attività del Fondo Globale e l’eliminazione della trasmissione dell’HIV da madre a figlio entro il 2015.

 

FONTE: affaritaliani.it

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più