Home Altre patologie Cancro e HIVI – informazioni di base

Cancro e HIVI – informazioni di base

di Luca Negri
47 views

Cancro e HIV: Le persone con HIV hanno maggiori probabilità di contrarre alcuni tipi di cancro rispetto alle persone che non hanno l’HIV. Questo è il caso di una serie di tumori che possono essere causati da infezioni virali. Ma avere l’HIV non ti rende più suscettibile a tutti i tumori. I tassi di altri tipi di cancro sono uguali (o inferiori) nelle persone con HIV rispetto alla popolazione generale.

Punti chiave

  • I tassi di alcuni, ma non tutti, i tumori sono più alti nelle persone che vivono con l’HIV rispetto ad altre persone.
  • Per molti tumori, il trattamento funziona altrettanto bene per le persone affette da HIV che stanno assumendo un trattamento efficace per l’HIV come per le persone HIV-negative.
  • Smettere di fumare e altri cambiamenti nello stile di vita riducono il rischio di sviluppare il cancro.

I tumori sono malattie delle cellule del corpo. In tutti i tipi di cancro, alcune delle cellule del corpo iniziano a dividersi senza fermarsi e a diffondersi nei tessuti circostanti.

Alcuni tumori formano grumi solidi chiamati tumori che crescono di dimensioni. Altri tumori iniziano nel sangue (inclusa la leucemia) o nel sistema immunitario (inclusi i linfomi).

Le cellule cancerose possono diffondersi ad altre parti del corpo. Ad esempio, le cellule tumorali nel polmone possono viaggiare fino alle ossa e crescere lì. Questo è noto come metastasi. Esistono più di 200 diversi tipi di cancro e ognuno viene diagnosticato e trattato in modo particolare. Hai le migliori possibilità di un buon risultato se il problema viene diagnosticato e trattato prontamente, senza indugio.

Il tuo stile di vita e il cancro

Le modifiche al tuo stile di vita possono ridurre il rischio di sviluppare il cancro.

Non fumare. Un quarto dei tumori nelle persone che convivono con l’HIV è legato al fumo. Oltre al cancro ai polmoni, questi includono i tumori della bocca, della gola, della vescica, dei reni, del pancreas, dell’intestino, dell’ano, dello stomaco e della cervice uterina. Smettere di fumare riduce il rischio di sviluppare il cancro.

Limita l’assunzione di alcol. L’alcol aumenta il rischio di cancro alla bocca, alla gola, al seno, al fegato e all’intestino.

Segui una dieta sana ed equilibrata. Alcuni alimenti, come la carne rossa e la carne lavorata (come prosciutto, pancetta e salsicce), possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro all’intestino. Frutta e verdura possono ridurre il rischio di cancro all’intestino, alla bocca, alla gola e ai polmoni.

Dimagrisci se sei in sovrappeso. Essere in sovrappeso aumenta il rischio di diversi tumori, compresi i tumori del pancreas, dell’intestino, della mammella, dell’utero e dei reni.

Allenarsi regolarmente. L’attività fisica può ridurre il rischio di sviluppare il cancro dell’intestino, della mammella e dell’utero.

Proteggi la tua pelle dal sole. Troppe radiazioni ultraviolette (UV) del sole o dei lettini sono la causa principale del cancro della pelle. Usa la crema solare e copriti con i vestiti. Non utilizzare lettini o lampade solari.

Esistono anche alcuni interventi medici che ridurranno il rischio di cancro:

Prendi un trattamento per l’HIV e mantieni la tua carica virale non rilevabile.

Fatti vaccinare. La British HIV Association raccomanda che tutte le persone con HIV siano vaccinate contro l’epatite B (che può causare il cancro al fegato). Raccomandano anche la vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV, che può causare tumori anali, cervicali, della gola e molti altri) per uomini e donne gay con HIV fino a 40 anni e per uomini eterosessuali con HIV fino a 26 anni.

Ndr: Questo vale anche per l’Italia, inoltre, a parte in vaccino antinfluenzale ogni anno, è auspicabile vaccinarsi anche contro le polmoniti batteriche. Parlatene al vostro infettivologo.

Partecipa allo screening. Si raccomanda alle donne con HIV di sottoporsi ogni anno a screening per il cancro del collo dell’utero (più spesso rispetto alle altre donne). Le raccomandazioni per lo screening del cancro al seno (per le donne di età compresa tra 50 e 70 anni) e per lo screening del cancro dell’intestino (per tutte le persone di età compresa tra 60 e 74 anni) sono le stesse della popolazione generale. I medici non sono d’accordo sul fatto che sia una buona idea essere sottoposti a screening per cancro anale o cancro alla prostata se non si hanno sintomi.

Chi è a rischio?

Di solito non è possibile sapere esattamente perché una persona sviluppa il cancro e un’altra no. I nostri geni, il nostro stile di vita e l’ambiente che ci circonda possono aumentare o diminuire il nostro rischio di contrarre il cancro.

Cancro nelle persone che convivono con l’HIV

Un sistema immunitario normalmente funzionante agisce per sopprimere la crescita anormale delle cellule che caratterizza il cancro. L’infezione da HIV e il danno al sistema immunitario possono interrompere la capacità del corpo di tenere sotto controllo le infezioni e di fermare la crescita di alcuni tumori.

Assumere un trattamento efficace contro l’HIV e aumentare il numero di CD4 riduce significativamente il rischio di sviluppare il cancro. Tuttavia i tassi di alcuni tipi di cancro rimangono più alti nelle persone con HIV rispetto ad altre persone. Anche quando le persone prendono il trattamento per l’HIV, ci sono sottili cambiamenti nel sistema immunitario che sembrano influenzare il controllo dei tumori.

Un altro fattore che spiega il cancro nelle persone con HIV è l’età. Il trattamento per l’HIV ha aumentato la durata della vita delle persone che convivono con l’HIV, il che dà al cancro più tempo per svilupparsi. Nelle persone con HIV, come in altre persone, il rischio di contrarre un cancro aumenta progressivamente con l’avanzare dell’età (in particolare, oltre i 50 anni).

Sebbene i tassi di cancro siano alti nelle persone con HIV, questo deve essere messo in prospettiva. Uno studio che ha monitorato quasi mezzo milione di americani che vivono con l’HIV ha scoperto che se prendessi un gruppo di 1000 persone con HIV e li seguissi per 10 anni, circa 70 di loro svilupperebbero il cancro durante quel periodo.

Informazioni di base sull’HIV
e sul sistema immunitario

In termini di numeri assoluti, i tumori che più comunemente colpiscono le persone che vivono con l’HIV nei paesi occidentali includono il linfoma non Hodgkin, il sarcoma di Kaposi, il cancro ai polmoni, il cancro anale, il cancro al fegato e il cancro alla prostata.

Le persone con HIV hanno maggiori probabilità di contrarre alcuni tipi di cancro rispetto alle persone che non hanno l’HIV. Questo è il caso di una serie di tumori che possono essere causati da infezioni virali. Questi includono linfomi (che possono essere causati dal virus di Epstein-Barr), sarcoma di Kaposi (virus dell’herpes umano 8), cancro del fegato (virus dell’epatite B e virus dell’epatite C), cancro cervicale (papillomavirus umano, HPV) e cancro anale (anche umano papillomavirus, HPV). L’impatto dell’HIV sul sistema immunitario e gli alti tassi di infezioni virali nelle persone con HIV contribuiscono a questi tassi elevati di cancro.

Anche i tassi di cancro ai polmoni sono alti nelle persone con HIV. Ciò è dovuto principalmente al fatto che i tassi di fumo sono molto alti tra le persone con HIV, rispetto alla popolazione generale.

Sembra anche che un sistema immunitario indebolito possa aumentare le probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni nei fumatori HIV positivi rispetto ai fumatori HIV negativi.

Ma avere l’HIV non ti rende più suscettibile a tutti i tumori. I tassi di altri tipi di cancro sono uguali (o inferiori) nelle persone con HIV rispetto alla popolazione generale. Quindi, mentre il cancro alla prostata e al seno colpisce un gran numero di persone con HIV, questo è semplicemente perché sono tumori molto comuni in tutta la popolazione.

E le persone con HIV possono essere affette da molti altri tipi di cancro, compresi i tumori rari, proprio come le altre persone. In effetti, circa la metà dei casi di cancro nelle persone con HIV sono tumori diversi da quelli sopra menzionati.

Sintomi

I sintomi del cancro dipendono dal tipo di cancro, da dove si trova il cancro, da quanto è grande e dal suo impatto su altre parti del corpo. Sfortunatamente, a volte un cancro inizia in una parte del corpo dove non causa alcun segno o sintomo fino a quando non diventa abbastanza grande.

Le modifiche ai normali processi del tuo corpo o sintomi insoliti e inspiegabili a volte possono essere un segno precoce di cancro. Se noti un cambiamento che non è normale per te, soprattutto se persiste per alcune settimane, dovresti farlo controllare da un medico. Questi potrebbero includere:

  • un nodulo o gonfiore
  • sanguinamento inspiegabile
  • perdita di peso inspiegabile
  • febbre inspiegabile
  • sudorazioni notturne inspiegabili
  • dolore inspiegabile
  • cambiamenti alle tue abitudini intestinali
  • una piaga che non guarisce.

È più probabile che questi sintomi siano causati da qualcosa di molto meno grave del cancro, ma potrebbero essere un segno della malattia. Puoi leggere di più sui segni e sui sintomi dei tumori sul sito web di Macmillan.

Diagnosi e monitoraggio

Diversi tipi di cancro vengono diagnosticati e monitorati in modi diversi. Questi includono:

Scansioni e procedure di imaging che creano immagini di aree all’interno del corpo. Alcune delle tecniche utilizzate includono raggi X, TAC, PET, MRI, ecografia e mammografia.
Endoscopia: un tubo sottile con una telecamera all’estremità viene utilizzato per guardare all’interno di una parte del corpo. Può essere inserito attraverso un’apertura naturale come la bocca o l’ano, o attraverso un piccolo taglio nella pelle. I nomi specifici per diversi tipi di endoscopia includono broncoscopia, colonscopia, anoscopia, laparoscopia e cistoscopia.
Biopsia: un piccolo pezzo di tessuto o un campione di cellule viene rimosso ed esaminato al microscopio. Il campione può essere rimosso con un ago sottile, durante un’endoscopia o durante un intervento chirurgico.

Nel fare una diagnosi e monitorare la risposta al trattamento, anche gli esami del sangue e gli esami su altri fluidi corporei forniscono informazioni vitali. I loro risultati saranno esaminati insieme a quelli dei test sopra menzionati.

Ci sono altri test che non sono in grado di rilevare il cancro stesso, ma possono identificare problemi che richiedono ulteriori indagini e test. Questi test includono lo striscio cervicale, lo striscio anale, il test del sangue occulto nelle feci (per lo screening del cancro intestinale) e il test dell’antigene prostatico specifico (utilizzato in relazione al cancro alla prostata).

Trattamento e gestione

Esistono molti tipi di trattamento del cancro. I tipi di trattamento di cui hai bisogno dipenderanno dal tipo di cancro che hai e da quanto è avanzato. La maggior parte delle persone ha una combinazione di trattamenti, ad esempio chemioterapia e chirurgia, o chemioterapia e radioterapia.

Chirurgia: un’operazione per rimuovere il tessuto dal corpo. La chirurgia è più spesso utilizzata per i tumori solidi contenuti in un’area (piuttosto che per i tumori che si sono diffusi). Non è usato per i tumori del sangue.

Radioterapia: utilizzo delle radiazioni per distruggere le cellule tumorali. Molto spesso, viene somministrato esternamente con una grande macchina che punta i raggi di radiazione a una parte specifica del corpo. Meno frequentemente, la radioterapia viene somministrata internamente (avendo una fonte di radiazioni solida o liquida inserita all’interno del corpo).

Chemioterapia: farmaci che distruggono le cellule tumorali. Agiscono impedendo alle cellule di dividersi, il che impedisce loro di crescere e diffondersi. I farmaci chemioterapici vengono trasportati nel sangue in quasi tutte le parti del corpo.

Terapia ormonale: farmaci che bloccano o riducono la quantità di ormoni nel corpo. Questo può fermare o rallentare la crescita di alcuni tumori.

Terapia mirata (biologica): farmaci progettati per identificare e attaccare con precisione le cellule tumorali. Esistono molti tipi diversi di terapia biologica, compresa la terapia genica e gli anticorpi monoclonali.

Immunoterapia: farmaci che aiutano il sistema immunitario ad attaccare le cellule tumorali.

La chemioterapia e gli altri trattamenti farmacologici sopra menzionati vengono somministrati in modi diversi. Molti vengono somministrati tramite flebo in vena, mentre altri farmaci vengono assunti in compresse, con una pompa a cui si è collegati a casa o come iniezione.

Come qualsiasi altro trattamento, i trattamenti contro il cancro possono avere effetti collaterali. Anche se a volte possono essere spiacevoli, ogni trattamento ha effetti collaterali diversi. È importante chiedere informazioni sui potenziali effetti collaterali del trattamento specifico che ti viene suggerito. Ad esempio, non tutti i farmaci chemioterapici ti fanno cadere i capelli. Alcuni trattamenti più recenti (come le terapie ormonali e le terapie mirate) possono avere meno effetti collaterali rispetto ai trattamenti più vecchi. Potresti ricevere ulteriori farmaci per contrastare gli effetti collaterali.

Gli stessi tipi di trattamento vengono utilizzati nelle persone con HIV. Per molti tumori, le persone con HIV che stanno assumendo un trattamento efficace per l’HIV hanno esiti di trattamento simili a quelli delle persone sieropositive. Per alcuni tipi di cancro, le persone con HIV hanno esiti peggiori rispetto ad altre persone. In particolare, le persone con una bassa conta di CD4 o altre comorbilità possono avere più effetti collaterali del trattamento e risultati più poveri.

Potrebbe essere necessario apportare alcune modifiche al trattamento del cancro o al trattamento dell’HIV, tenendo conto dell’impatto di ciascuna malattia sull’altra e del potenziale di interazioni farmacologiche. Per questo motivo, è molto importante che i medici che curano il tuo HIV e il tuo cancro lavorino insieme.

La British HIV Association (BHIVA) raccomanda che le persone affette da cancro e HIV dovrebbero essere trattate presso ospedali con molta esperienza nel trattamento del cancro nelle persone con HIV. Hai le migliori possibilità di un buon risultato se vai in un ospedale con questa esperienza.

La British HIV Association raccomanda inoltre che tutte le persone con HIV che necessitano di cure contro il cancro dovrebbero iniziare il trattamento contro l’HIV, se non l’hanno già fatto. Continuare a prendere il trattamento per l’HIV durante il trattamento del cancro è associato a una vita più lunga ea un minor rischio di infezioni opportunistiche.

Possono esserci interazioni farmaco-farmaco tra chemioterapia e trattamenti contro l’HIV (inclusi inibitori della proteasi, cobicistat e inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa). Gli inibitori dell’integrasi raltegravir e dolutegravir hanno meno probabilità di avere interazioni rispetto ad altri farmaci anti-HIV, quindi il medico potrebbe consigliarti di passare a uno di questi farmaci.

Poiché i trattamenti per l’HIV e il cancro possono entrambi causare effetti collaterali, i tuoi medici dovrebbero tenere d’occhio come ti stanno influenzando. In alcuni casi (come la nausea da chemioterapia), sono ora disponibili trattamenti altamente efficaci per limitare gli effetti collaterali. Se gli effetti collaterali diventano troppo gravi, i medici potrebbero dover modificare uno dei trattamenti.

La chemioterapia e la radioterapia sopprimono entrambe il sistema immunitario, il che può comportare un calo significativo della conta dei CD4. Ti dovrebbero essere somministrati farmaci per prevenire infezioni opportunistiche (questo è noto come profilassi). La conta dei CD4 può essere controllata più spesso dopo il trattamento del cancro di quanto sarebbe normalmente.

Le raccomandazioni sul trattamento verranno formulate da un team multidisciplinare. Questo team può includere un oncologo (un medico specializzato nel trattamento del cancro), un ematologo (un medico specializzato nel trattamento delle malattie delle cellule del sangue), un radiologo (un medico che interpreta i risultati delle scansioni o fornisce la radioterapia) e un patologo (un medico che esamina i tessuti per le cellule tumorali). Sarai supportato da un’infermiera specializzata in cancro durante il tuo viaggio contro il cancro.

Informazioni e supporto su cancro e HV

Per ulteriori informazioni, è possibile trovare utile il sito Web di Macmillan Cancer Support: www.macmillan.org.uk. Puoi anche contattare il loro team di assistenza telefonica allo 0808808 0000.

Ringraziamenti
Grazie alla dott.ssa Fiona Burns, alla dott.ssa Alessia Dalla Pria ed Emma Hainsworth per i loro consigli.

Questa pagina è stata rivista l’ultima volta a novembre 2017. La revisione è prevista per novembre 2020.

Fonte: Aids map – Cancer and HIV

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetta Tutto Scopri di più