Home Dipendenze Cannabis

Cannabis

di Luca Negri
La Regione «prenota» 16 chili di cannabis Terapia in aumento: la usano in 200

La Cannabis contiene diversi principi attivi (o cannabinoidi).
Il principio attivo più noto è il THC (Delta-nove-tetraidrocannabinolo).
Dalle piante di canapa si ottiene la marijuana(infiorescenze), e l’hashish(resina concentrata), che contengono THC in diverse percentuali.

Può essere fumata mescolata al tabacco come una sigaretta, o con l’utilizzo di chiloom(pipe). I principi attivi vengono assorbiti attraverso le vie respiratorie, raggiungono il flusso sanguigno, e successivamente il cervello entro 5-10 minuti dall’assunzione.
Può essere anche mangiata. In questo caso il processo di riscaldamento produce una sintesi del THC con conseguente intensificazione delle proprietà psico-attive. In questo caso l’assorbimento da parte dell’organismo avviene gradualmente attraverso la digestione e gli effetti cominciano 1-2 ore dopo l’ingestione e possono durare anche fino a 10-12 ore.

Cannabis

Effetti ricercati

L’assunzione a basse dosi di queste sostanze induce una sensazione di benessere, diminuzione delle inibizioni, tendenza a parlare e ridere più del solito, aumento dell’appetito. Alte dosi tendono ad alterare la percezione del tempo e dello spazio, e ad intensificare i sensi.

Effetti collaterali

Può dare sensazione di isolamento,tachicardia , attacchi di panico, paranoia. Può provocare perdita di concentrazione, difficoltà di equilibrio e coordinamento motorio, sonnolenza. Ad alti dosaggi può dare nausea o aumento irrefrenabile della fame(fame chimica), mal di testa, alterazione del sonno. L’uso prolungato può provocare instabilità dell’umore, problemi di memoria, irritabilità, depressione.
Essendo un vasodilatatore ne è sconsigliato l’uso a chi ha alterazioni cardiache o pressione bassa per il rischio di collasso.
E’ ampiamente dimostrato che i prodotti della cannabis sativa non provocano l’insorgere di dipendenza fisica e non si è mai registrato un solo decesso correlato al suo consumo. In alcuni casi possono dare dipendenza psicologica.

Annotazioni particolari

E’ sconsigliato il mix con bevande alcoliche che può provocare vertigini e forte nausea.
La diminuzione delle inibizioni e l’alterazione della percezione possono indurre a comportamenti rischiosi per se stessi e per gli altri, come la guida in condizioni non ottimali e/o i rapporti sessuali non protetti.

Cannabis ad uso terapeutico

I prodotti della cannabis hanno una farmacopea riconosciuta a livello mondiale: nelle sindromi dolorose croniche, nelle malattie polmonari, nel supporto a pazienti oncologici in chemioterapia, nel trattamento farmacologico dell’anoressia, dell’epilessia, nella cura del glaucoma, nelle paraplegie e nelle sclerosi muscolari.

Interazioni con la terapia antiretrovirale

I cannabinoidi non provocano significativi effetti sul metabolismo degli RTI .
Gli Inibitori della Proteasi possono interferire con il metabolismo della Cannabis e aumentare il rischio di tossicità della sostanza.
La marijuana riduce del 60% le concentrazioni di ATV (con e senza ritonavir).
Non sono segnalate particolari interazioni con le altre classi di antiretrovirali.
Consultare la tabella di hiv-druginteractions.org per gli ultimi aggiornamenti

Bibliografia delle interazioni

-Kosel BW, Aweeka FT, Benowitz NL, et al. The effects of cannabinoids on the pharmacokinetics of indinavir and nelfinavir. AIDS 2002, 16: 534-550.
-Abrams DI, Hilton JF, Leiser RJ, et al. Short-term effects of cannabinoids in patients with HIV-1 infection: A randomized, placebo-controlled clinical trial. Ann Intern Med 2003, 139. 258-266.
-Valerie A. Gruber, Elinore F. McCance-Katz. Methadone, Buprenorphine, and Street Drug Interactions with Antiretroviral Medications: Curr HIV/AIDS Rep (2010) 7:152-160

Scheda sulla Cannabis
Su Gentile concessione del U.O. Dip.Dipendenze Patologiche U.O.SERT di Faenza

Ultimo aggiornamento 2014

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più