Home » Durex vuole l’emoji preservativo per combattere l’AIDS

Durex vuole l’emoji preservativo per combattere l’AIDS

di Luca Negri
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il

Durex propone di inserire il preservativo tra le emoji per favorire le conversazioni che trattano di sesso sicuro e sconfiggere l’AIDS

Durex le emoji: ancora oggi, non solo nei Paesi in via di sviluppo, sono in molti a non avere un’educazione sessuale adeguata e l’uso del preservativo fatica a diffondersi.

L’uso di questo anticoncezionale è fondamentale per evitare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili come l’AIDS.
Durex ha quindi proposto di creare l’emoji a forma di preservativo per permettere “ai più giovani di superare l’imbarazzo quando si discute di sesso sicuro”.

L’utilizzo di una apposita emoticon, che secondo l’Oxford Dictionaries è la parola più usata del 2015,  servirà a “incoraggiare la conversazione e sostenere la consapevolezza dell’importanza dell’uso del preservativo nella protezione delle malattie a trasmissione sessuale, compresi Hiv e AIDS”.

Durex, che è solita a campagne virali che puntano sull’umorismo, ha quindi creato l’hashtag #CondomEmoji e ha chiesto all’Unicode Consortium, l’associazione che si occupa di emoji, di inserire il preservativo tra le icone presenti su smartphone e tablet. La speranza è di ottenere l’approvazione entro il primo dicembre in cui si tiene la Giornata Mondiale contro l’AIDS.

Fonte: datamanager.it

Potrebbe interessarti anche

Usiamo i cookie e i metodi simili per riconoscere i visitatori e ricordare le preferenze. Li usiamo anche per misurare l'efficacia della campagna e analizziamo il traffico del sito. Accetta tutto e visita il sito Per ulteriori dettagli o per modificare le tue scelte di consenso in qualsiasi momento vedere la nostra politica sui cookie.