AISF 2018 – 51st Annual Meeting of the Italian Association for the Study of the Liver

2018-02-21 09:00 - 2018-02-23 21:00 Europe/Rome
AISF 2018
Address: Piazzale Antonio Tosti, 1-5, 00147 Roma RM, Italia

AISF 2018 – 51st Annual Meeting of the Italian Association for the Study of the Liver.

Pre Meeting 2018


AISF 2018 “Invasive procedures in Hepatology

(Roma, 21 Febbraio 2018)

Clicca qui per scaricare il Programma

Annual Meetings

L’AISF organizza ogni anno a Roma nel mese di febbraio la Riunione Generale Annuale.

Nel corso della Riunione Generale Annuale i maggiori esperti italiani e internazionali espongono nuove tesi, dibattono su argomenti di particolare interesse scientifico, si confrontano su temi di notevole rilevanza epatologica.

La Riunione Generale Annuale prevede:

  • una giornata di aggiornamento e formazione post-graduate;
  • due o tre giorni dedicati a contributi originali di esperti, lectio magistralis, letture;
  • un corso dedicato ai giovani Soci.

Ai momenti di formazione e approfondimento, si affiancano quelli istituzionali:

  • l’assemblea annuale dei soci;
  • l’assegnazione del premio alla carriera;
  • l’assegnazione delle borse di studio dedicate ai giovani epatologi per promuoverne le ricerche.

Per saperne di più

Archivio Pre Meeting

 

Related upcoming events

  • COACHiv Bagno a Ripoli (FI), 19 settembre 2018
    2018-09-19 Tutto il giorno

    CoacHIV - Comunicazione e Counselling in HIV oggi

    HIV-counselling: oggi una persona HIV-positiva che inizia precocemente la terapia e vi aderisce con costanza può contare su un’aspettativa di vita simile a quella della popolazione generale.
    Tuttavia, se la ricerca scientifica ha consentito lo sviluppo di antiretrovirali altamente efficaci, ci sono una serie di altri fattori che contribuiscono al successo terapeutico, come l’aderenza al trattamento, la gestione delle comorbidità, lo sviluppo di resistenze, etc.

    In questo contesto, appare evidente l’esigenza di diffondere e sviluppare una cultura sull’HIV counselling ed una formazione specifica per gli specialisti di Malattie Infettive che si trovano a gestire una patologia che, negli anni, ha assunto una connotazione di “patologia cronica” e  persone con HIV/AIDS che devono seguire una terapia per tutta la vita. Durante il corso dell’infezione è infatti probabile che venga sperimentata una vasta gamma di bisogni fisici, sociali e di problemi psicologici, non necessariamente costanti, ma che tendono a diventare più complessi e difficili da gestire.

    Il Seminario si rivolge ad un gruppo ristretto di giovani specialisti in rappresentanza dei principali Centri di Malattie Infettive a livello nazionale e nasce con l’obiettivo di sviluppare un percorso di formazione in comunicazione e counselling sanitario per la gestione delle persone con infezione HIV/AIDS per tutta la durata del percorso terapeutico con particolare riferimento ai seguenti step:

    • Comunicare post-test in caso negativo
    • Comunicare la diagnosi di sieropositività e dello stadio dell’infezione
    • Spiegare le ragioni che motivano l’inizio della terapia ART
    • Personalizzare il programma terapeutico
    • Spiegare le ragioni che conducono ad un cambio di terapia
    • Gestire il cambio di terapia
    • Gestire gli eventi avversi
    • Gestire le comorbidità
    • Gestire il paziente multiexperienced
    • Gestire le “popolazioni speciali”: tossicodipendenti, MSM, sex-workers

    Il programma scientifico prevede un ampio ricorso a sessioni interattive ed esercitazioni pratiche sviluppate attraverso role-playing atti a simulare i diversi momenti della storia clinica di un paziente HIV: i discenti verranno chiamati ad individuare le strategie di comunicazione che ritengono più idonee per affrontare la specifica situazione. Le sessioni di role-playing verranno poi commentate e discusse da Tutor Esperti.

    Calendario Eventi

  • COACHiv Bagno a Ripoli (FI), 19 settembre 2018
    2018-09-19 15:25 - 2018-09-19 15:25 Europe/Rome

    COACHiv Bagno a Ripoli (FI), 19 settembre 2018

    COACHiv: Oggi una persona HIV-positiva che inizia precocemente la terapia e vi aderisce con costanza può contare su un’aspettativa di vita simile a quella della popolazione generale.

    Tuttavia, se la ricerca scientifica ha consentito lo sviluppo di antiretrovirali altamente efficaci, ci sono una serie di altri fattori che contribuiscono al successo terapeutico, come l’aderenza al trattamento, la gestione delle comorbidità, lo sviluppo di resistenze, etc.

    In questo contesto, appare evidente l’esigenza di diffondere e sviluppare una cultura sull’HIV-counselling ed una formazione specifica per gli specialisti di Malattie Infettive che si trovano a gestire una patologia che, negli anni, ha assunto una connotazione di “patologia cronica” e  persone con HIV/AIDS che devono seguire una terapia per tutta la vita.

    Durante il corso dell’infezione è infatti probabile che venga sperimentata una vasta gamma di bisogni fisici, sociali e di problemi psicologici, non necessariamente costanti, ma che tendono a diventare più complessi e difficili da gestire.

    Il Seminario si rivolge ad un gruppo ristretto di giovani specialisti in rappresentanza dei principali Centri di Malattie Infettive a livello nazionale e nasce con l’obiettivo di sviluppare un percorso di formazione in comunicazione e counselling sanitario per la gestione delle persone con infezione HIV/AIDS per tutta la durata del percorso terapeutico con particolare riferimento ai seguenti step:

    • Comunicare post-test in caso negativo
    • Comunicare la diagnosi di sieropositività e dello stadio dell’infezione
    • Spiegare le ragioni che motivano l’inizio della terapia ART
    • Personalizzare il programma terapeutico
    • Spiegare le ragioni che conducono ad un cambio di terapia
    • Gestire il cambio di terapia
    • Gestire gli eventi avversi
    • Gestire le comorbidità
    • Gestire il paziente multiexperienced
    • Gestire le “popolazioni speciali”: tossicodipendenti, MSM, sex-workers

    Il programma scientifico prevede un ampio ricorso a sessioni interattive ed esercitazioni pratiche sviluppate attraverso role-playing atti a simulare i diversi momenti della storia clinica di un paziente HIV: i discenti verranno chiamati ad individuare le strategie di comunicazione che ritengono più idonee per affrontare la specifica situazione. Le sessioni di role-playing verranno poi commentate e discusse da Tutor Esperti.

    Fonte: fondazioneicona.org

  • Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - Italy
    2018-11-09 Tutto il giorno

    Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - Italy

    Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - ItalyQuesto testo è stato redatto in occasione del congresso del 2016
    Malattie Infettive del migrante: In Italia, negli ultimi vent’anni, la popolazione immigrata è cresciuta di quasi 20 volte, subendo, nell’ultimo decennio, un incremento pari a oltre il 150%, con rilevanti differenze tra le regioni.

    Al quel patrimonio di salute in dotazione all’immigrato che appariva giovane, forte, con maggiore stabilità psicologica e spirito d’iniziativa e quindi più sano (effetto migrante sano), si è contrapposto, al suo arrivo in Italia o in altri paesi ospitanti, un patrimonio che si sta dissolvendo sempre più rapidamente (effetto migrante esausto), per malessere psicologico, mancanza di lavoro e reddito, degrado abitativo, assenza di supporto familiare.

    La nuova organizzazione della vita conseguente al totale sradicamento dall’ambiente di origine e dalle proprie sicurezze è divenuta e diviene così ogni giorno fonte di stress e pericoli per la salute.

    In tale contesto, anche le Malattie Infettive del migrante, pur non preponderanti tra le patologie del migrante, rappresentano un importante focus del fenomeno migratorio, anche se spesso identificano il migrante quale untore da bonificare e da cui difenderci.

    È innegabile che l’emergere di nuove patologie infettive e la ricomparsa di altre che sembravano destinate a ridursi o addirittura destinate ad estinguersi, rappresentano argomenti più che mai attuali nella società in cui viviamo e perciò riportate all’attenzione in questa nuova edizione del Convegno.

    Il rischio di contrarre la TB è pari a 10-15 volte in più tra gli immigrati rispetto alla popolazione italiana, per la fragilità sociale legata al processo migratorio e al paese ospitante, in cui l’incidenza è assai bassa e stabile (5-7 casi/100.000 abitanti). L’infezione da HIV/AIDS, evidenzia un costante e rapido aumento nel tempo dei casi notificati in stranieri, con un tasso di incidenza di quasi 4 volte superiore a quella italiana.

    A questa si aggiungono le altre Malattie Sessualmente trasmesse facilitate anche dalle condizioni di sfruttamento sessuale cui sono sottoposti donne e uomini immigrati.

    La tutela della salute dei migranti è oramai divenuta una delle sfide in Sanità Pubblica e riguarda proprio la necessità di garantire percorsi di tutela a coloro che per vari motivi si trovano a vivere ancora ai margini del sistema, in condizioni di fragilità sociale, economica e culturale.

    Le caratteristiche interdisciplinari del convegno permetteranno ai partecipanti di interagire con tutte le professionalità presenti, stimolando la collaborazione e migliorando il network di assistenza all'utente. Giunto alla sua quinta edizione, il convegno, organizzato dal Prof. Carlo Contini, oltre a fare il punto sulla situazione socio-sanitaria dei migranti nel nostro Paese, focalizza anche gli aspetti epidemiologici e clinici delle nuove Malattie Infettive del migrante, emergenti e riemergenti anche legate ai viaggi che hanno un impatto considerevole sulla salute pubblica.

    Fonte: simit

  • HIV and Coinfections 5th Foundation Meeting - Primo Annuncio
    2018-11-28 16:27 - 2018-11-30 16:27 Europe/Rome

    National Congress of the Italian Society for Virology

    The National Congress of the Italian Society for Virology represents the annual forum for the Italian scientists working in the different areas of Virology (medical-clinical Virology, molecular Virology, veterinary Virology, environmental Virology) involving basic, clinical and translational research and taking advantage of the most advanced technological platforms.

    In keeping with the tradition, the scientific structure of Congress features different thematic sessions: virus-host interactions and pathogenesis, viral genetics and gene therapy, antiviral therapy and diagnosis, neurovirology, oncogenic viruses and retroviruses, vaccines and biotechnology, veterinary virology, environmental and plant virology.

    Every session starts with a Keynote Lecture followed by oral communications selected from the "Call for Abstracts". Specific Symposia dedicated to therapeutic management of HIV and Hepatitis, vaccines, procedures and innovative methods of diagnosis, tailored treatments, as well as Poster Exhibition and Discussion, complete the scientific structure of the Congress. Special attention will be given to Young Investigators whose participation will be encouraged by Scholarships.

    The 2nd National Congress of the Italian Society for Virology will be accredited to the Italian Ministry of Health for CME Credits for the following professionals: Medical Doctor (all disciplines), Biologist, Biotechnologist, Medical laboratory technician, Veterinary, Pharmacist, Physicist and Chemist.

    Fonte: congressosiv-isv2018.it

  • XVII Congresso Nazionale SIMIT
    2018-12-02 - 2018-12-05 Tutto il giorno

    XVII Congresso Nazionale SIMIT

    Sito ufficiale XVII Congresso Nazionale SIMIT con contenuti in via di definizione

    DOCUMENTI ALLEGATI

    Save the Date
    Download PDF

    Iscrizione

    Modulo di Iscrizione
    Download PDF

    Calendario Eventi e Congrerssi Poloinformativo HIV

  • HIV and Coinfections 5th Foundation Meeting - Primo Annuncio
    2019-01-29 - 2019-01-30 Tutto il giorno

    HIV and Coinfections 5th Foundation Meeting

    We are pleased to announce the 5 th ICONA Foundation Meeting HIV and Coinfections 5th scheduled in ROME on
    JANUARY 29-30, 2019.
    The ICONA Foundation Meeting is a closed workshop devoted to Speciali- sts with the aim of pursuing new findings and strategies, as well as analyses and works in progress to allow open discussions among Experts on cutting
    edge issues in HIV and Coinfections.
    Calendario Eventi e Congressi Poloinformativo HIV
  • CROI 2019 Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections
    2019-03-04 16:45 - 2019-03-07 16:45 Europe/Rome

    CROI 2019 Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections

    CROI 2019: The annual Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections (CROI) brings together top basic, translational, and clinical researchers from around the world to share the latest studies, important developments, and best research methods in the ongoing battle against HIV/AIDS and related infectious diseases. CROI 2019 will be held from March 4 to March 7, 2019, at the Washington State Convention Center in Seattle, Washington.

    The CROI Foundation partners with the International Antiviral Society–USA (IAS–USA) for organization of the conference.

    CROI Foundation

    The CROI Foundation is a 501(c)(3) not-for-profit professional education organization that operates exclusively for the charitable and educational purpose of organizing, promoting, and presenting the Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections (CROI).

    Roles and Responsibilities of the CROI Foundation Board of Directors

    The Board of Directors:

    • Works closely with the CROI Scientific Program Committee (CROI PC) and the CROI Secretariat to accomplish the mission of CROI
    • Approves nominations for members of the CROI PC and for the CROI PC Chair and Vice Chairs
    • Ensures that the CROI PC is responsible for the scientific program content of CROI
    • Enters into and oversees the management-services agreement with the CROI Secretariat
    • Has the sole and absolute discretion to veto any policies, procedures, or actions taken or proposed to be taken by the CROI PC or the CROI Secretariat that would pose a substantial risk of preventing the Corporation at any time from qualifying or continuing to qualify as a 501(c)(3) organization or that might cause the loss of such qualification
    • Oversees the long-term financial and administrative integrity of CROI

    Composition of the CROI Foundation BOD

    The Board of Directors comprises 2 Permanent Directors (cofounders of CROI), 3 Standing Directors (current CROI Chair and 2 Vice Chairs), at least 1 but no more than 4 Chair Directors (past CROI Chairs), and at least 1 but no more than 3 PC Representative Directors (nominated by the CROI PC).

    The CROI Foundation Board and Program Committee serve in a volunteer capacity and are not compensated for their roles in oversight and governance of the organization.

    Guarda anche:

    Croi 2018 tutti i bolletini in Italiano

    Fonte: croiconference.org

     

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più