Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara – Italy

Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara – Italy

Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - ItalyQuesto testo è stato redatto in occasione del congresso del 2016
Malattie Infettive del migrante: In Italia, negli ultimi vent’anni, la popolazione immigrata è cresciuta di quasi 20 volte, subendo, nell’ultimo decennio, un incremento pari a oltre il 150%, con rilevanti differenze tra le regioni.

Al quel patrimonio di salute in dotazione all’immigrato che appariva giovane, forte, con maggiore stabilità psicologica e spirito d’iniziativa e quindi più sano (effetto migrante sano), si è contrapposto, al suo arrivo in Italia o in altri paesi ospitanti, un patrimonio che si sta dissolvendo sempre più rapidamente (effetto migrante esausto), per malessere psicologico, mancanza di lavoro e reddito, degrado abitativo, assenza di supporto familiare.

La nuova organizzazione della vita conseguente al totale sradicamento dall’ambiente di origine e dalle proprie sicurezze è divenuta e diviene così ogni giorno fonte di stress e pericoli per la salute.

In tale contesto, anche le Malattie Infettive del migrante, pur non preponderanti tra le patologie del migrante, rappresentano un importante focus del fenomeno migratorio, anche se spesso identificano il migrante quale untore da bonificare e da cui difenderci.

È innegabile che l’emergere di nuove patologie infettive e la ricomparsa di altre che sembravano destinate a ridursi o addirittura destinate ad estinguersi, rappresentano argomenti più che mai attuali nella società in cui viviamo e perciò riportate all’attenzione in questa nuova edizione del Convegno.

Il rischio di contrarre la TB è pari a 10-15 volte in più tra gli immigrati rispetto alla popolazione italiana, per la fragilità sociale legata al processo migratorio e al paese ospitante, in cui l’incidenza è assai bassa e stabile (5-7 casi/100.000 abitanti). L’infezione da HIV/AIDS, evidenzia un costante e rapido aumento nel tempo dei casi notificati in stranieri, con un tasso di incidenza di quasi 4 volte superiore a quella italiana.

A questa si aggiungono le altre Malattie Sessualmente trasmesse facilitate anche dalle condizioni di sfruttamento sessuale cui sono sottoposti donne e uomini immigrati.

La tutela della salute dei migranti è oramai divenuta una delle sfide in Sanità Pubblica e riguarda proprio la necessità di garantire percorsi di tutela a coloro che per vari motivi si trovano a vivere ancora ai margini del sistema, in condizioni di fragilità sociale, economica e culturale.

Le caratteristiche interdisciplinari del convegno permetteranno ai partecipanti di interagire con tutte le professionalità presenti, stimolando la collaborazione e migliorando il network di assistenza all’utente. Giunto alla sua quinta edizione, il convegno, organizzato dal Prof. Carlo Contini, oltre a fare il punto sulla situazione socio-sanitaria dei migranti nel nostro Paese, focalizza anche gli aspetti epidemiologici e clinici delle nuove Malattie Infettive del migrante, emergenti e riemergenti anche legate ai viaggi che hanno un impatto considerevole sulla salute pubblica.

Fonte: simit

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più