Switch ART 2018: Quinta Edizione. Le strategie di switch, di semplificazione e di intensificazione nell’ottica dell’ottimizzazione della ART

View Calendar
2018-02-12 16:57 - 2018-02-13 16:57 Europe/Rome
Centro Congressi Hotel Baglioni . Firenze
Address: Via Panzani, 52, 50123 Firenze FI, Italia

Switch ART 2018: Quinta Edizione. Le strategie di switch, di semplificazione e di intensificazione nell’ottica dell’ottimizzazione della ART

Switch ART 2018
Presidenti: Andrea De Luca e Massimo di Pietro

Il nostro paese sta muovendosi verso il raggiungimento degli obiettivi 90/90/90, il target fis-
sato da UNAIDS per il 2020: la diagnosi di infezione da HIV in almeno il 90% dei contagiati,
il 90% dei diagnosticati in cura ed il 90% delle persone in terapia con viremia controllata.
Per il raggiungimento di quest’ultimo 90% abbiamo a disposizione numerosi regimi di prima
linea terapeutica. Tuttavia l’obiettivo, una volta raggiunto, va mantenuto. Spesso ciò richiede
un adattamento del regime alla singola persona allo scopo di favorirne la tollerabilità, sia in
termini di effetti collaterali sia in termini di adattamento alla propria quotidianità.
Per il man-tenimento della soppressione virologica nel tempo, un tempo necessariamente lungo decenni,
è necessario muoversi in un’ottica di sostenibilità, sia per il sistema e le strutture sanitarie, sia
soggettiva, per il paziente. Negli ultimi anni un numero crescente di strategie terapeutiche sono
state analizzate allo scopo di ottimizzare l’efficacia terapeutica e la durata del successo virologico
minimizzando la tossicità nel lungo termine senza che venisse persa l’efficacia terapeutica.
L’adattamento terapeutico in una condizione di soppressione virologica (definizione dello
“switch”) è oggi la condizione principale di modificazione della prima linea terapeutica e
rappresenta probabilmente il principale nodo decisionale della ART. Svariate condizioni quali la
presenza di tossicità farmacologica, di comorbidità, di co-infezioni croniche con virus epatitici,
trattamenti concomitanti e altro rendono necessari diversi tipi di switch. Studi controllati recenti
hanno dimostrato la fattibilità di strategie di adattamento sia che riducano il numero dei far-
maci, sia il numero di compresse e tali risultati hanno influenzato le più recenti Linee Guida.
In quest’ambito, quanto mai soggetto a variabilità prescrittive, è infatti necessario consolidare un
processo teso al raggiungimento di linee di comportamento standardizzate, che passi attraverso
la disamina delle diverse strategie in contesti differenti, senza perdere di vista la razionalizza-
zione delle risorse disponibili. Inoltre, nuove modalità di somministrazione di farmaci di lunga
durata si profilano come ulteriori future strategie di “semplificazione” terapeutica, di cui potrebbe
beneficiare in futuro una proporzione rilevante di pazienti.
Infine, temi correlati sono quelli re-lativi alla ricerca virologica, dalla quale ci attendiamo lo sviluppo di marcatori che possano util-mente guidare le scelte terapeutiche di switch in un’ottica di medicina di precisione.
Scopo della Conferenza, che viene proposta nella sua Quinta edizione, è quello di offrire un ter-
reno di discussione di tali tematiche, quanto mai attuali e di elevata rilevanza sia per le modalità
di gestione e di trattamento delle persone che vivono con l’HIV sia per l’importante ricaduta
nell’ambito sociale e sanitario, mediante la disamina dei dati più recenti della letteratura e delle
esperienze della ricerca clinica italiana.
La Conferenza continuerà a presentare il consueto formato interattivo. Dopo le letture magistrali,
svolte da esperti, sarà dato un ampio spazio al confronto/dibattito esteso a tutti i partecipanti,
che sia in grado di arricchire le conoscenze scientifiche e migliorare le capacità cliniche attraverso
un’interazione interdisciplinare tra tutti gli specialisti che contribuiscono alla lotta al controllo
dell’infezione da HIV ed anche dell’HCV.
La Conferenza desidera inoltre rafforzare il proprio ruolo di raccoglitore autorevole e fungere
da stimolo per la migliore ricerca clinica italiana sui temi proposti, evidenziando il ruolo dei gio-
vani ricercatori, attraverso la sottomissione di abstract di lavori originali, anche con presentazioni
di dati preliminari, purché dotati di originalità. Il comitato scientifico selezionerà i poster e le
presentazioni orali dei poster.
Andrea De Luca
Massimo Di Pietro
Fonte: Simit
Condividi:

Related upcoming events

  • 2018-05-22 09:00 - 2018-05-24 22:00 Europe/Rome

    10° Congresso Nazionale ICARICAR 2018 - 10° Congresso Nazionale ICAR  Roma, 22-24 maggio 2018

    Cari Colleghi, Siamo lieti di annunciarvi che ICAR celebra il 10° Congresso Nazionale a Roma dal 22 al 24 maggio 2018.
    In continuità con la tradizione, ICAR 2018 mantiene la caratterizzazione di Congresso abstract-driven.

    Basandosi sull’interazione tra epidemiologia, ricerca di base, virologia, ricerca clinica e sulle esigenze della comunità delle associazioni dei pazienti, riservando grande visibilità ai giovani ricercatori ed ai rappresentanti della Community.

    Sono riconfermate le Scholarship Giovani Ricercatori, Scholarship Community e ICAR-CROI Awards dedicato alle giovani eccellenze italiane selezionate al prossimo Congresso CROI da una giuria di scienziati americani.

    In tema di sanità pubblica, anche l’edizione ICAR 2018 intende affrontare i problemi connessi alla cura ed alla prevenzione delle infezioni virali, aprendosi anche alla società civile.

    In questo ambito, si rinnova l’appuntamento con il concorso RaccontART e l’offerta del Test rapido HIV e HCV per la popolazione.

    Nei 10 anni di storia, ICAR ha segnato una continua crescita per numero e qualità di contributi scientifici, acquisendo nel contempo una valenza internazionale che lo colloca tra i più accreditati convegni del settore.

    Contiamo di proseguire su questo percorso, in collaborazione con tutti Voi.

    Un cordiale arrivederci a Roma!

    Massimo Andreoni
    Andrea Antinori
    Carlo Federico Perno
  • 2018-05-28 09:00 - 2018-06-02 20:00 Europe/Rome

    ESPID 2018 36th Annual Meeting of the European Society for Paediatric Infectious Diseases

    ESPID 2018 36th Annual Meeting of the European Society for Paediatric Infectious Diseases

    ESPID 2018: join thousands of clinicians, researchers, residents, and students who come together each year for the Annual Meeting of the European Society for Paediatric Infectious Diseases. Building on the success of previous meetings, ESPID Innovation brings you a scientific programme with a range of sessions and learning opportunities, given by the top international experts in paediatric infectious diseases. Come discover the latest developments in our fast-changing world in Malmö 2018!

    Congress Chairs: ​Lise Heilmann Jensen and Olof Hertting

    For more information http://espidmeeting.org

  • Aging e Gender in Chronic Infection 5 giugno 2018 a Roma
    2018-06-05 Tutto il giorno

    Aging e Gender in Chronic Infection  5 giugno 2018 a Roma

    Chronic Infection: L’aging è correlato con una inevitabile e progressiva immunosenescenza che rende gli anziani, ed in particolare quando portatori di infezioni croniche, più suscettibili a contrarre malattie infettive virali e batteriche e a sviluppare le conseguenti complicanze.

    Le infezioni rappresentano una delle prime cause di morte nei pazienti anziani. Le complicazioni dovute ai virus influenzali sono causa di un numero sempre maggiore di ricoveri ospedalieri tra i soggetti con più di 65 anni. Le sepsi e le loro complicanze causano ricoveri e decessi soprattutto nei soggetti anziani. Così come l’anziano è più suscettibile alle malattie infettive, la malattia infettiva acuta e cronica può impattare sulle modalità di invecchiamento.

    Mentre la malattia infettiva acuta innesca un processo infiammatorio che altera le capacità di omeostasi dell’organismo, aumentando la componente di stress ossidativo e l’immunosenescenza, la malattia infettiva cronica instaura una condizione infiammatoria costante che contribuisce al progressivo danno d’organo e ad una riduzione delle possibilità di un invecchiamento “fit“ esponendo i soggetti a multiple comorbidità.

    I processi di invecchiamento inoltre sono diversi in donne ed uomini: l’attesa di vita nelle donne è superiore a quella dell’uomo e le caratteristiche di ormonosenescenza mostrano caratteristiche molto differenti.

    L’individualizzazione di strategie anti aging diversificate e personalizzate anche in base al genere, possono migliorare la salute dei soggetti fragili, in particolare dei portatori di infezioni croniche riducendo i rischi di sviluppare comorbidità e abbattendo i costi della sanità pubblica.

    L’incontro vuole essere un primo importante appuntamento volto ad analizzare come i meccanismi infettivi possano impattare sui processi di invecchiamento e su come attuare un’adeguata strategia di prevenzione e, quando possibile, di cura delle malattie infettive al fine di garantire un invecchiamento in salute.

    Questo evento sarà accreditato per le seguenti professioni:

    •  BIOLOGO
    •  FARMACISTA (ospedaliero)
    •  MEDICO CHIRURGO (epidemiologia; igiene, epidemiologia e sanità pubblica; farmacologia e tossicologia clinica; gastroenterologia; malattie infettive; medicina generale; medicina interna; medicina legale; microbiologia e virologia; oncologia)
    ATTENZIONE: Per registrarsi all'evento è necessario iscriversi al sito.
     Per iscriverti al sito clicca qui altrimenti effettua la login
    Fonte Evento: eventi.3psolution.it
  • Convivio 2018 Mostra-Mercato italiana a scopo benefico a favore di ANLAIDS
    2018-06-06 10:00 - 2018-06-09 22:00 Europe/Rome

    Convivio 2018 Mostra-Mercato italiana a scopo benefico a favore di ANLAIDS

    Convivio 2018 (The Mall Big Spaces 6-9 Giugno 2018) è la più importante Mostra-Mercato italiana a scopo benefico con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di ANLAIDS, Associazione Nazionale per la lotta contro l’AIDS. Convivio è un appuntamento perché di Aids si continui a parlare, in una città fortemente solidale come Milano.

    Scarica l’app di ‪#‎Convivio2018‬ per rimanere sempre informato su tutto ciò che riguarda ‪#‎ConvivioMilano‬.

    googleplay Convivio 2018App Store Convivio 2018

     

     

    ANLAIDS Sezione Lombarda, da oltre 30 anni è attiva sul territorio e sostiene ricerca e prevenzioneassistenza socio-sanitaria, tenendo viva l’allerta sul problema della diffusione di un virus che ancora oggi conta circa 4000 nuove infezioni all’anno e interessa tutti gli strati sociali e tutto l’arco della vita sessuale attiva.

    Molto più di un semplice evento di beneficenza, Convivio rappresenta un lungo cammino di solidarità che nasce nel 1992 da un'idea di Gianni Versace, insieme a Gianfranco FerrèGiorgio Armani e Valentino, per arrivare fino ad oggi.

    Accanto ai grandi nomi degli stilisti di fama internazionale, anche quest’anno sono tantissime le aziende di modadesign e servizi che aderiscono all’iniziativa donando i loro prodotti che, durante la manifestazione, sono venduti al 50% del prezzo di listino.

    ANLAIDS grazie a Convivio, sostiene: la ricerca, il volontariato in corsia e a domicilio, il sostegno all'hospice di Abbiategrasso, il progetto scuola, il sostegno all'assistenza odontoiatrica, i progetti di informazione e prevenzione in collaborazione con la Comunità Europea.

    Sito ufficiale #convivio2018

    Calendario congressi ed eventi 2018

  • 2018-09-20 14:00 - 2018-09-21 13:00 Europe/Rome

    Le  Giornate di Nadir 2018 , l'annuale momento di incontro tra le Associazioni che trattano di HIV

    Qui sotto i Temi che saranno affrontati  durante il seminario delle Giornate di Nadir 2018 .

     

    • NUOVE STRATEGIE TERAPEUTICHE PAZIENTE ORIENTATE: PRESENTE E FUTURO
      Le Dual Therapies: risultati e implicazioni nelle persone con HIV che iniziano la terapia; principali risultati e considerazioni nelle persone con HIV già in terapia nei diversi contesti: ottimizzazione, mantenimento, rescue.
    • QUALITÀ DELLA VITA CORRELATA ALLA SALUTE DELLE PERSONE CON HIV
      Focus su alcuni risultati del Survey 2018 di Nadir

     

    Giornate di Nadir 2018INFORMAZIONI GENERALI:

    Date: 20 e 21 Settembre 2018
    Luogo: Cavour Centro Congressi, via Cavour, 50/a, 00184 Roma
    Inizio lavori: Giovedì 20 Settembre 2018, ore 14.00
    Termine lavori:
    Venerdì 21 Settembre 2018, ore 13.00
    Termine pre-iscrizioni: 31 Maggio 2018.

    ATTENZIONE: 2 NOVITÀ RISPETTO AGLI SCORSI ANNI:

    1. Per chi è di fuori Roma, l’alloggio è come sempre garantito. Tuttavia, il nome dell’Hotel verrà comunicato i primi di giugno, quando sarà mandata una mail con la conferma. Sono infatti stati prenotati due diversi Hotel, sempre però adiacenti al Centro Congressi, per ragioni di spazio.
    2. La cena del 20 sera sarà nelle vicinanze del Centro Congressi. Quest’anno, è importante indicare fin da subito chi sarà presente alla cena per consentire le dovute prenotazioni e soprattutto chi ha particolari esigenze alimentari, pena la non soddisfazione delle stesse.

     

    NOTE:

    • I POSTI SONO LIMITATI.
    • I PRE-ISCRITTI SARANNO TUTTI CONTATTATI O VIA MAIL O VIA TELEFONO CELLULARE DOPO IL 31 MAGGIO 2018 (I PRIMI DI GIUGNO) PER LA CONFERMA DELLA DISPONIBILITA’ DEI POSTI. QUINDI E’ IMPORTANTE FORNIRE CONTATTI VALIDI E/O REPERIBILI.

     

    Fonte Nadir newsletter

  • HIV Drug Therapy Glasgow 2018 Conference - 28 to 31 October 2018
    2018-10-28 - 2018-10-31 Tutto il giorno

    HIV Drug Therapy Glasgow 2018 Conference - 28 to 31 October 2018

    HIV Drug Therapy-

    The programme is of interest to clinical investigators from across the globe to review current research and discuss its implications for HIV management strategies.

    Although there has been steady progress in HIV drug treatment, significant challenges still remain, including persistence of elevated risk of non-AIDS morbidity, with potential for HIV and/or antiretroviral therapy (ART) as causes, paediatric and adolescent care, models of care for the ageing population, and treatment issues throughout less well-resourced parts of Europe and the rest of the world.

    The Congress is also moving into areas beyond treatment, such as prevention, with time in the programme focussed on pre-exposure prophylaxis (PrEP) and issues across Europe and beyond.

    The important role of people living with HIV in treatment decisions and self-management continues to feature, and we look forward to a number of perspectives in the programme from the community.

    The programme maintains the plenary session presentation format. In addition to plenary presentations, the programme will include Keynote Lectures, the Lock Lecture, Industry Sessions and presentations based on abstracts submitted.

    The congress welcomes abstract submissions, and whilst only a small number can be accepted for oral presentation, we anticipate a sizeable display of Scientific Posters in the Congress Exhibition Hall throughout the Congress.

    Vai al sito della conferenza

  • Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - Italy
    2018-11-09 Tutto il giorno

    Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - Italy

    Le Malattie Infettive del migrante e del viaggiatore a Ferrara - ItalyQuesto testo è stato redatto in occasione del congresso del 2016
    Malattie Infettive del migrante: In Italia, negli ultimi vent’anni, la popolazione immigrata è cresciuta di quasi 20 volte, subendo, nell’ultimo decennio, un incremento pari a oltre il 150%, con rilevanti differenze tra le regioni.

    Al quel patrimonio di salute in dotazione all’immigrato che appariva giovane, forte, con maggiore stabilità psicologica e spirito d’iniziativa e quindi più sano (effetto migrante sano), si è contrapposto, al suo arrivo in Italia o in altri paesi ospitanti, un patrimonio che si sta dissolvendo sempre più rapidamente (effetto migrante esausto), per malessere psicologico, mancanza di lavoro e reddito, degrado abitativo, assenza di supporto familiare.

    La nuova organizzazione della vita conseguente al totale sradicamento dall’ambiente di origine e dalle proprie sicurezze è divenuta e diviene così ogni giorno fonte di stress e pericoli per la salute.

    In tale contesto, anche le Malattie Infettive del migrante, pur non preponderanti tra le patologie del migrante, rappresentano un importante focus del fenomeno migratorio, anche se spesso identificano il migrante quale untore da bonificare e da cui difenderci.

    È innegabile che l’emergere di nuove patologie infettive e la ricomparsa di altre che sembravano destinate a ridursi o addirittura destinate ad estinguersi, rappresentano argomenti più che mai attuali nella società in cui viviamo e perciò riportate all’attenzione in questa nuova edizione del Convegno.

    Il rischio di contrarre la TB è pari a 10-15 volte in più tra gli immigrati rispetto alla popolazione italiana, per la fragilità sociale legata al processo migratorio e al paese ospitante, in cui l’incidenza è assai bassa e stabile (5-7 casi/100.000 abitanti). L’infezione da HIV/AIDS, evidenzia un costante e rapido aumento nel tempo dei casi notificati in stranieri, con un tasso di incidenza di quasi 4 volte superiore a quella italiana.

    A questa si aggiungono le altre Malattie Sessualmente trasmesse facilitate anche dalle condizioni di sfruttamento sessuale cui sono sottoposti donne e uomini immigrati.

    La tutela della salute dei migranti è oramai divenuta una delle sfide in Sanità Pubblica e riguarda proprio la necessità di garantire percorsi di tutela a coloro che per vari motivi si trovano a vivere ancora ai margini del sistema, in condizioni di fragilità sociale, economica e culturale.

    Le caratteristiche interdisciplinari del convegno permetteranno ai partecipanti di interagire con tutte le professionalità presenti, stimolando la collaborazione e migliorando il network di assistenza all'utente. Giunto alla sua quinta edizione, il convegno, organizzato dal Prof. Carlo Contini, oltre a fare il punto sulla situazione socio-sanitaria dei migranti nel nostro Paese, focalizza anche gli aspetti epidemiologici e clinici delle nuove Malattie Infettive del migrante, emergenti e riemergenti anche legate ai viaggi che hanno un impatto considerevole sulla salute pubblica.

    Fonte: simit