Test rapido Salivare per l’HIV nella sede di Lila Toscana

2018-04-17 19:00 - 21:00 Europe/Rome
Sede di Lila Toscana
Address: Via delle Cascine, 12, 50144 Firenze FI, Italia

 Ogni TERZO MARTEDI DEL MESE DALLE ORE 19.00 ALLE 20.30 presso la nostra sede Lila Toscana è possibile effettuare il TEST RAPIDO SALIVARE PER L’HIV. 

GUARDA COME SI FA!!!!!! 

RICORDA: Nel caso di test salivare, prima di effettuare lo screening è necessario astenersi dal bere, fumare e mangiare per almeno 30 minuti. Il periodo finestra (ossia tempo intercorso tra l’ultimo rapporto considerato a rischio e il momento di esecuzione del test necessario perchè il test possa dare un risultato attendibile) è di 3 mesi. L’esito del test verrà consegnato 20 minuti dopo la sua somministrazione.

LILA Toscana si avvale del sostegno e della disponibilità e cooperazione dell’Ospedale Santa Maria Annunziata e dell’ Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, che garantiscono l’accesso facilitato per il test di conferma ematica e la successiva presa in carico.

A raccomandare un approccio diversificato alla promozione del test, sono ormai tutte le più importanti agenzie internazionali, a partire da Unaids, l’organismo Onu per la lotta al virus che sostiene con forza il ruolo delle organizzazioni di base.

Questo tipo di intervento è definito dall’acronimo CBVCT, ossia Community-Based Voluntary Counselling and Testing e definisce, per l’appunto, qualsiasi programma o servizio che offra test e counselling per l’HIV su base volontaria, al di fuori delle strutture sanitarie Istituzionali, e che sia stato concepito per raggiungere gruppi specifici di popolazione più esposti a rischi di infezione.

Tali servizi presuppongono la partecipazione attiva di associazioni e comunità e il coinvolgimento di loro rappresentanti nella pianificazione e nell’implementazione di questo intervento.

L’intervento prevede un approccio friendly ma procedure e strumenti standardizzati, con la presenza di personale formato.

Perché conoscere il proprio stato sierologico e accedere tempestivamente a cure e protocolli clinici è fondamentale per preservare la salute delle persone che abbiano contratto l’infezione da HIV e, di conseguenza, per contenerne la diffusione.

L’azzeramento della carica virale dovuto alle terapie antiretrovirali inibisce la trasmissione delle infezioni. E’ così dunque che il trattamento diventa anche uno strumento di prevenzione come definito dalla sigla TasP (Treatment as Prevention).

Fonte: LILA Toscana

 

Related upcoming events

  • Da Plus Onlus una nuova edizione di HIVoices
    2018-09-14 09:40 - 2018-09-16 09:40 Europe/Rome

    Da Plus Onlus una nuova edizione di HIVoices

    Laboratorio residenziale su sieropositività e identità sessuale rivolto a MSM che vivono con HIV
    Nel 2018 Plus Onlus propone una nuova edizione di HIVoices, il laboratorio di formazione alla persona che ha già visto la partecipazione di 130 uomini omo-bisessuali HIV+ nelle precedenti sette edizioni.

    Che cos’è HIVoices?
    La nuova edizione di HIVoices è un laboratorio intensivo, rivolto ESCLUSIVAMENTE a persone che vivono con HIV, omosessuali, bisessuali e MsM (maschi che fanno sesso con maschi), pensato come un’esperienza per poter vivere meglio e in maniera più consapevole la propria identità di persona omo/bisessuale che vive con HIV.

    Non si tratta di terapia di gruppo. Non è un gruppo di auto-aiuto. Non è un gruppo gay di amanti della natura.

    La nuova edizione di HIVoices è un percorso di sperimentazione nella relazione con Sé e con l’Altro; un’occasione di crescita individuale nel gruppo-di-pari, per accrescere la propria autostima, accettazione e consapevolezza emotiva. Un luogo in cui ritrovarsi con persone differenti, ma simili; un tempo nel quale non-nascondere la propria identità di uomo sieropositivo dotato di un orientamento sessuale altro.

    Hivoices è un percorso formativo costruito attorno al concetto di auto-apprendimento, attraverso metodologie di educazione non-formale. Un’occasione per acquisire strumenti per ‘inventare il proprio benessere‘ e valorizzare le proprie capacità individuali, in particolare rispetto ad una piena affermazione di sé.

    Perché partecipare a HIVoices?
    Essere omo/bisessuali con HIV è difficile. Anche all’interno della realtà lgbtq: sui social network, nei locali, nei luoghi di incontro sessuale, nelle associazioni. “Perché se lo dico, poi non scopo più!”. “Perché se lo dico, poi mi trattano in modo diverso”.
    Dire (o non dire) di essere sieropositivo non è come dire di essere omo-bisessuale. Anzi, spesso, tutta

    la ‘fatica’ fatta nel coming out rispetto al proprio orientamento sessuale non serve nel processo di accettazione e comunicazione della propria sieropositività. La paura di essere accettati e visibili in quanto persona dotata di un orientamento sessuale altro si somma alla paura di essere discriminato in quanto persona sieropositiva.

    Ma attenzione: se, come, quando e a chi comunicare la propria sieropositività è una scelta individuale. C’è chi (al momento opportuno) lo dice a tutt* e ne fa una bandiera di visibilità; c’è chi invece non lo dice neppure alle persone più care; c’è chi è attivista lgbtq senza dichiarare la propria sieropositività; e c’è chi, pur essendo sieropositivo e facendo sesso con altri uomini, non accetta la propria omo-bisessualità.

    Un ventaglio di possibilità molto ampie; una pluralità di voci differenti.
    È così che nasce HIVoices: un laboratorio originale ed atipico nel panorama lgbtq, nel quale i partecipanti possano sentirsi accolti, sia in quanto uomini-che-fanno-sesso-con-altri-uomini, sia in quanto persone che vivono con HIV.

    Il gruppo come potente cassa di risonanza, per meglio comprendere ciò che si sa, si fa e si sente – ovvero di ciò che si è; in un luogo accogliente e ‘protetto’, che offra ai partecipanti la certezza che la propria privacy e riservatezza saranno tutelate.

    HIVoices 8 SCARICA I FILE: Scheda Tecnica HIVoices – Scheda d’iscrizione HIVoices
    QUANDO: venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 settembre 2018
    DOVE: in una struttura attrezzata per gruppi residenziali sull’Appennino romagnolo
    COSTO: 50 € a testa.
    SCADENZA ISCRIZIONI: è possibile iscriversi fino a domenica 2 settembre 2018
    INFO ED ISCRIZIONI: info@plus-onlus.it

     

  • COACHiv Bagno a Ripoli (FI), 19 settembre 2018
    2018-09-19 15:25 - 2018-09-19 15:25 Europe/Rome

    COACHiv Bagno a Ripoli (FI), 19 settembre 2018

    COACHiv: Oggi una persona HIV-positiva che inizia precocemente la terapia e vi aderisce con costanza può contare su un’aspettativa di vita simile a quella della popolazione generale.

    Tuttavia, se la ricerca scientifica ha consentito lo sviluppo di antiretrovirali altamente efficaci, ci sono una serie di altri fattori che contribuiscono al successo terapeutico, come l’aderenza al trattamento, la gestione delle comorbidità, lo sviluppo di resistenze, etc.

    In questo contesto, appare evidente l’esigenza di diffondere e sviluppare una cultura sull’HIV-counselling ed una formazione specifica per gli specialisti di Malattie Infettive che si trovano a gestire una patologia che, negli anni, ha assunto una connotazione di “patologia cronica” e  persone con HIV/AIDS che devono seguire una terapia per tutta la vita.

    Durante il corso dell’infezione è infatti probabile che venga sperimentata una vasta gamma di bisogni fisici, sociali e di problemi psicologici, non necessariamente costanti, ma che tendono a diventare più complessi e difficili da gestire.

    Il Seminario si rivolge ad un gruppo ristretto di giovani specialisti in rappresentanza dei principali Centri di Malattie Infettive a livello nazionale e nasce con l’obiettivo di sviluppare un percorso di formazione in comunicazione e counselling sanitario per la gestione delle persone con infezione HIV/AIDS per tutta la durata del percorso terapeutico con particolare riferimento ai seguenti step:

    • Comunicare post-test in caso negativo
    • Comunicare la diagnosi di sieropositività e dello stadio dell’infezione
    • Spiegare le ragioni che motivano l’inizio della terapia ART
    • Personalizzare il programma terapeutico
    • Spiegare le ragioni che conducono ad un cambio di terapia
    • Gestire il cambio di terapia
    • Gestire gli eventi avversi
    • Gestire le comorbidità
    • Gestire il paziente multiexperienced
    • Gestire le “popolazioni speciali”: tossicodipendenti, MSM, sex-workers

    Il programma scientifico prevede un ampio ricorso a sessioni interattive ed esercitazioni pratiche sviluppate attraverso role-playing atti a simulare i diversi momenti della storia clinica di un paziente HIV: i discenti verranno chiamati ad individuare le strategie di comunicazione che ritengono più idonee per affrontare la specifica situazione. Le sessioni di role-playing verranno poi commentate e discusse da Tutor Esperti.

    Fonte: fondazioneicona.org

  • 2018-09-20 14:00 - 2018-09-21 13:00 Europe/Rome

    Le  Giornate di Nadir 2018 , l'annuale momento di incontro tra le Associazioni che trattano di HIV

    Qui sotto i Temi che saranno affrontati  durante il seminario delle Giornate di Nadir 2018 .

     

    • NUOVE STRATEGIE TERAPEUTICHE PAZIENTE ORIENTATE: PRESENTE E FUTURO
      Le Dual Therapies: risultati e implicazioni nelle persone con HIV che iniziano la terapia; principali risultati e considerazioni nelle persone con HIV già in terapia nei diversi contesti: ottimizzazione, mantenimento, rescue.
    • QUALITÀ DELLA VITA CORRELATA ALLA SALUTE DELLE PERSONE CON HIV
      Focus su alcuni risultati del Survey 2018 di Nadir

     

    Giornate di Nadir 2018INFORMAZIONI GENERALI:

    Date: 20 e 21 Settembre 2018
    Luogo: Cavour Centro Congressi, via Cavour, 50/a, 00184 Roma
    Inizio lavori: Giovedì 20 Settembre 2018, ore 14.00
    Termine lavori:
    Venerdì 21 Settembre 2018, ore 13.00
    Termine pre-iscrizioni: 31 Maggio 2018.

    ATTENZIONE: 2 NOVITÀ RISPETTO AGLI SCORSI ANNI:

    1. Per chi è di fuori Roma, l’alloggio è come sempre garantito. Tuttavia, il nome dell’Hotel verrà comunicato i primi di giugno, quando sarà mandata una mail con la conferma. Sono infatti stati prenotati due diversi Hotel, sempre però adiacenti al Centro Congressi, per ragioni di spazio.
    2. La cena del 20 sera sarà nelle vicinanze del Centro Congressi. Quest’anno, è importante indicare fin da subito chi sarà presente alla cena per consentire le dovute prenotazioni e soprattutto chi ha particolari esigenze alimentari, pena la non soddisfazione delle stesse.

     

    NOTE:

    • I POSTI SONO LIMITATI.
    • I PRE-ISCRITTI SARANNO TUTTI CONTATTATI O VIA MAIL O VIA TELEFONO CELLULARE DOPO IL 31 MAGGIO 2018 (I PRIMI DI GIUGNO) PER LA CONFERMA DELLA DISPONIBILITA’ DEI POSTI. QUINDI E’ IMPORTANTE FORNIRE CONTATTI VALIDI E/O REPERIBILI.

     

    Fonte Nadir newsletter

  • HIVR4P HIV Research for Prevention
    2018-10-21 15:46 - 2018-10-24 15:46 Europe/Rome

    HIVR4P HIV Research for Prevention  Madrid, 21-25 ottobre 2018

    About HIVR4P HIV Research for Prevention (HIVR4P 2018) is the only global scientific conference focused exclusively on the challenging and fast-growing field of biomedical HIV prevention research.  HIVR4P supports cross-fertilization among research on HIV vaccines, microbicides, PrEP, treatment as prevention, and other biomedical prevention approaches, while also providing a venue to discuss the research findings, questions, and priorities specific to each.

    The HIVR4P scientific program includes four days of plenary sessions by global leaders in HIV prevention research and policy; hundreds of new research studies presented in oral abstract and poster sessions; meet-the-expert lunches, symposia and roundtables; and pre-conference satellite sessions sponsored by research- and community-based organizations from around the world.

    Join an expected 1,500 leaders in HIV prevention research, programs, and policy at HIVR4P 2018, 21-25 October in Madrid.

    HIVR4P 2018 CO-CHAIRS
    Jose Alcami | Instituto de Salud Carlos III, Spain
    Susan Buchbinder | San Francisco Department of Public Health, USA

    Mike Chirenje | University of Zimbabwe, Zimbabwe
    Georgia Tomaras | Duke University, USA

    Fonte: fondazioneicona.org

  • HIV Drug Therapy Glasgow 2018 Conference - 28 to 31 October 2018
    2018-10-28 - 2018-10-31 Tutto il giorno

    HIV Drug Therapy Glasgow 2018 Conference - 28 to 31 October 2018

    HIV Drug Therapy-

    The programme is of interest to clinical investigators from across the globe to review current research and discuss its implications for HIV management strategies.

    Although there has been steady progress in HIV drug treatment, significant challenges still remain, including persistence of elevated risk of non-AIDS morbidity, with potential for HIV and/or antiretroviral therapy (ART) as causes, paediatric and adolescent care, models of care for the ageing population, and treatment issues throughout less well-resourced parts of Europe and the rest of the world.

    The Congress is also moving into areas beyond treatment, such as prevention, with time in the programme focussed on pre-exposure prophylaxis (PrEP) and issues across Europe and beyond.

    The important role of people living with HIV in treatment decisions and self-management continues to feature, and we look forward to a number of perspectives in the programme from the community.

    The programme maintains the plenary session presentation format. In addition to plenary presentations, the programme will include Keynote Lectures, the Lock Lecture, Industry Sessions and presentations based on abstracts submitted.

    The congress welcomes abstract submissions, and whilst only a small number can be accepted for oral presentation, we anticipate a sizeable display of Scientific Posters in the Congress Exhibition Hall throughout the Congress.

    Vai al sito della conferenza

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più