Home Persone Hiv+ I risultati finali dello studio PARTNER: trasmissione zero significa zero rischi per i gay e gli eterosessuali

I risultati finali dello studio PARTNER: trasmissione zero significa zero rischi per i gay e gli eterosessuali

di Luca Negri
I risultati finali dello studio PARTNER: trasmissione zero significa zero rischi per i gay e gli eterosessuali

I risultati finali dello studio PARTNER: trasmissione zero significa zero rischi per i gay e gli eterosessuali

La probabilità che chiunque viva con l’HIV e che abbia una carica virale non rilevabile trasmetta il virus a un partner sessuale è scientificamente equivalente a zero, questa la conferma dei ricercatori alla 22a Conferenza internazionale sull’AIDS (AIDS 2018) ad Amsterdam oggi.
I risultati finali dello studio PARTNER sono stati presentati questa mattina in una conferenza stampa. I risultati originariamente annunciati nel 2014 dalla prima fase, dello studio PARTNER 1, indicavano già che “Undetectable = Untransmittable” (U = U) , cioè che con la carica virale non rilevabile il virus non si trasmette. Tuttavia, la certezza statistica di questo risultato non era altrettanto convincente nel caso degli omosessuali, o per il sesso anale, come lo era per il sesso vaginale.

I risultati delllo studio PARTNER 2, la seconda fase, che ha reclutato solo coppie gay, sono stati presentati oggi. I risultati indicano, nelle parole dei ricercatori, “Un tasso preciso di trasmissione entro lo zero pari a zero” per gli uomini gay e per gli eterosessuali.

Lo studio PARTNER ha reclutato coppie sierodiscordanti HIV (un partner convivente con HIV, un partner HIV negativo) in 14 paesi europei. Lo studio non ha trovato trasmissioni tra coppie omosessuali in cui il partner che vive con l’HIV ha una carica virale inferiore a 200 copie / ml – anche se ci sono stati circa 77.000 atti di sesso senza usare il condom tra di loro.

PARTNER 2 ci dice che U = U vale altrettanto per gli uomini gay (e per il sesso anale) quanto per gli eterosessuali.

Leggi questa notizia per esteso su aidsmap.com
Visita le pagine di AidsMap con le notizie della conferenza per tutta la nostra copertura dell’AIDS 2018


I risultati finali dello studio PARTNER: trasmissione zero significa zero rischi per i gay e gli eterosessuali

Il messaggio “Inosservabile = Non trasferibile” diventa globale

In Guatemala, lo slogan è “Indetectable = Intransmisible” (I = I); nei Paesi Bassi, è “Niet meetbaar = Niet overdraagbaar” (N = N); e in Turchia, “Belirlenemeyen = Bulaştırmayan” (B = B). Uno degli aspetti più sorprendenti della pre-conferenza di Domenica su “Inosservabile = Non Trasportabile” (U = U) è stata la misura in cui la campagna ha stimolato i sostenitori di tutto il mondo.

Quest’anno ricorre il decimo anniversario della Dichiarazione svizzera, che è stato il primo documento pubblicato a dire che, in determinate circostanze, le persone che vivono con l’HIV che hanno completamente soppresso la carica virale dovuta al trattamento non possono trasmettere l’HIV.

Anthony Fauci, probabilmente il più anziano ricercatore dell’HIV negli Stati Uniti, ha esaminato le prove che stanno alla base di U = U.

Dalla metà degli anni ’90, i dati che mostrano la relazione inversa tra il livello del virus e il tasso di trasmissione dell’HIV si sono accumulati. L’introduzione della terapia combinata “è stato il momento definitivo di U = U e non ce ne siamo nemmeno accorti allora”, ha detto.

Tuttavia, in molti Paesi a basso e medio reddito, il monitoraggio della carica virale non è regolarmente disponibile, rendendo impossibile per un individuo essere sicuro di avere una carica virale non rilevabile. U = U fornisce un argomento aggiuntivo per aumentare l’accesso al monitoraggio del carico virale.

Una restante area di incertezza scientifica riguarda l’allattamento al seno. Linda-Gail Bekker del Desmond Tutu HIV Center in Sud Africa ha detto che ci sono ancora lacune nei dati, ma c’è chiaramente una forte relazione tra la carica virale e il potenziale di trasmissione durante l’allattamento.

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione.

Leggi questa notizia per esteso su aidsmap.com
Visualizza i dettagli della pre-conferenza U = U sul sito web dell’AIDS 2018

Fonte: AidsMap

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più