Home Congressi IAS 2019: Promettente vaccino HIV presto testato su maschi gay e persone transessuali

IAS 2019: Promettente vaccino HIV presto testato su maschi gay e persone transessuali

di Luca Negri
Pazienti HIV “molto soddisfatti” del regime a iniezione mensile

Da IAS 2019: Promettente vaccino HIV presto testato su maschi gay e persone transessuali

Sarà presto avviato un nuovo trial di fase III per un vaccino contro l’HIV che sarà sperimentato in una popolazione di maschi che hanno rapporti sessuali con altri maschi e persone transgender. Lo studio, chiamato Mosaico, valuterà un regime composto da quattro somministrazioni di un vaccino progettato per proteggere dall’ampia varietà di ceppi HIV diffusi nel mondo.

“Ci prefiggiamo di assicurarci che i risultati di questo studio siano generalizzabili alle popolazioni più duramente colpite dall’infezione da HIV,” ha dichiarato la dott.ssa Susan Buchbinder, responsabile del protocollo di Mosaico. La dottoressa e altri studiosi che hanno collaborato allo sviluppo del vaccino e alla progettazione e gestione della sperimentazione hanno discusso lo studio Mosaico nel corso di una sessione precedente all’inizio dei lavori di IAS 2019.

Le premesse per arrivare a Mosaico sono state gettate da una serie di precedenti studi condotti su primati e umani, il primo dei quali iniziato 15 anni fa, che hanno consentito di perfezionare la composizione del vaccino e di individuare il regime di dosaggio più efficace.

Un simile regime vaccinale è già in corso di sperimentazione su 2600 donne a rischio di contrarre il virus in Africa meridionale, con la fase IIb del trial Imbokodo (HVTN 705).

Il vaccino che sarà testato nello studio Mosaico sfrutta un vettore adenovirus (un innocuo “parente” del comune virus del raffreddore) opportunamente modificato per ottenere una combinazione ‘a mosaico’ di immunogeni ottimizzati (antigeni che inducono una risposta immunitaria). Alla terza e quarta dose sarà abbinata la somministrazione di una combinazione di proteine gp140.

Lo studio Mosaico valuterà il vaccino in 3800 tra maschi cisgender che fanno sesso con maschi e persone transgender di età compresa tra i 18 e i 60 anni in 24 siti di studio in America settentrionale, America meridionale ed Europa. I partecipanti saranno randomizzati per ricevere il vaccino o un placebo. A tutti sarà offerto un pacchetto completo di servizi per la prevenzione dell’HIV. L’inizio della fase di reclutamento è previsto per settembre.

Fonte: aidsmap

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più