Home Altre patologie L’HIV può aumentare il rischio di cancro della pelle

L’HIV può aumentare il rischio di cancro della pelle

di Luca Negri
L'HIV può aumentare il rischio di cancro della pelle

L’HIV può aumentare il rischio di cancro della pelle

Siamo all’inizio dell’estate e spero che chi convive con l’HIV sappia che non bisogna esagerare col sole.
Del resto questo consiglio vale per tutte le persone, brutte scottature possono avere spiacevoli conseguenze.
Questa ricerca Danese indaga sui rischi aumentati, per le persone che vivono con HIV, di tre tipi di cancro della pelle.

L'HIV può aumentare il rischio di cancro della pelleDi Michael Carter
Le persone che vivono con l’HIV possono avere un aumentato rischio di alcuni tipi di cancro della pelle, riportano ricercatori danesi nell’edizione online del Journal of American Academy of Dermatology.

I ricercatori hanno confrontato il livello del rischio di carcinoma a cellule basali (BCC), carcinoma a cellule squamose (SCC) e melanoma maligno (MM) tra le persone sieropositive arruolate nello studio di coorte danese HIV e controlli per età e sesso nella popolazione generale danese . Per controllare l’esposizione solare durante l’infanzia, gli autori hanno anche esaminato l’incidenza del cancro nei fratelli di persone  con HIV. Nel complesso, le persone con HIV hanno avuto un aumento quasi doppio del rischio di BCC e un aumento di cinque volte del rischio di SCC.

“Questo progetto di studio unico, basato su dati nazionali di elevata qualità e basati sulla popolazione, ci ha permesso di affrontare potenziali confondenti per tipo di pelle e comportamento solare correlato alla famigliarità.
E di fornire dati sul rischio di cancro della pelle in pazienti affetti da HIV provenienti da più parti del mondo”.

 

“L’aumento del rischio di carcinoma a cellule basal era limitato ai pazienti che riportavano MSM [uomini che hanno rapporti sessuali con uomini] come via di infezione da HIV. Sembrava esserci un’associazione tra immunosoppressione e rischio di carcinoma a cellule squamose per i pazienti con infezione da HIV. Il rischio di melanoma maligno non è più alto rispetto alla popolazione di fondo, ma il basso numero di casi di melanoma maligno rende difficile la conclusione definitiva “.

Grazie alla terapia antiretrovirale, la maggior parte delle persone con HIV ha un’eccellente aspettativa di vita. L’incidenza del sarcoma di Kaposi e del linfoma non-Hodgkin,  i tumori che definiscono l’AIDS, è in calo. Tuttavia, le percentuali di alcuni altri tumori maligni non considerati di solito correlati all’HIV sono in aumento.

Non è chiaro se l’HIV sia associato ad un aumentato rischio di cancro della pelle. La causa principale del cancro della pelle è l’esposizione al sole o alla luce ultravioletta, ma l’immunosoppressione può aumentare il rischio.

I cancri della pelle si presentano in tre forme:

  • Carcinoma a cellule basali (BCC), la forma più comune di cancro della pelle, causata principalmente dall’eccesso di esposizione al sole o ad altre fonti di luce ultravioletta e più comune nelle persone di pelle chiara. Questi tumori iniziano nel livello più basso della pelle.
  • Carcinoma a cellule squamose (SCC), simile a BCC ma a partire dallo strato superiore della pelle.
  • Melanoma maligno (MM), un tipo di tumore della pelle meno comune ma più aggressivo, causato dall’esposizione al sole e dalla luce ultravioletta.

La BCC e la SCC vengono solitamente trattate chirurgicamente e la prognosi dopo il trattamento di questi tumori è molto buona. MM viene anche trattato chirurgicamente, che di solito ha successo se il tumore è individuato in una fase precoce.

Per scoprire se l’infezione da HIV aumenta il rischio di cancro della pelle, i ricercatori in Danimarca hanno progettato uno studio che confronta l’incidenza e il rischio di BCC, SCC e MM tra le persone nella coorte nazionale dell’HIV e controlli per età e sesso nella popolazione generale danese.

“Con questo studio di coorte su scala nazionale, basato sulla popolazione, abbiamo dimostrato che i pazienti con infezione da HIV hanno un aumentato rischio di carcinoma a cellule basali e carcinoma a cellule squamose”, concludono gli autori. “Il rischio di carcinoma a cellule squamose sembrava aumentare con il crescente livello di immunosoppressione mentre l’aumento del rischio di carcinoma a cellule basali era limitato ai pazienti che riportavano MSM come via di infezione”.

Riferimento

Omland SH et al. Rischio di cancro della pelle nei pazienti con infezione da HIV: uno studio di coorte nazionale danese. Journal of American Academy of Dermatology, edizione online, doi: 10.1016 / j.jaad.2018.03.024 (2018).

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione.

Fonte: aidsmap.com

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più