Home HIV Invecchiamento di successo ed HIV, dal Canada una uno studio qualitativo sull’HIV, sull’invecchiamento e sulla disabilità

Invecchiamento di successo ed HIV, dal Canada una uno studio qualitativo sull’HIV, sull’invecchiamento e sulla disabilità

di Luca Negri 31 dicembre 2017
Invecchiamento di successo ed HIV, dal Canada una uno studio qualitativo sull’HIV, sull’invecchiamento e sulla disabilità

Che cosa significa “invecchiamento di successo” per le persone che vivono con l’HIV?

Quando i ricercatori canadesi chiesero alle persone sieropositive di età superiore ai 50 anni di definire un “invecchiamento di successo”, emersero sei temi chiave: accettare i limiti, rimanere positivi, mantenere il supporto sociale, assumersi responsabilità, vivere uno stile di vita sano e impegnarsi in attività significative .

Scrivendo nell’International Journal di STD e AIDS, Patricia Solomon e colleghi sottolineano l’enfasi sul controllo individuale. I medici e i fornitori di servizi dovrebbero lavorare con le persone che vivono con l’HIV per comprendere i loro valori ed aspirazioni per aiutarli a identificare i loro obiettivi personali, dicono i ricercatori.

In relazione alla popolazione generale, esistono numerose definizioni e modelli di invecchiamento di successo. Ad esempio, alcuni autori hanno affermato di avere tre componenti: l’evitamento della malattia, il mantenimento delle funzioni cognitive e fisiche e l’impegno sociale.

Tuttavia, le preoccupazioni e le priorità delle persone con HIV possono essere diverse.

L’esperienza dello stigma e della discriminazione può significare che l’isolamento sociale è una preoccupazione particolare. Avendo già affrontato problemi di salute per molti anni, le persone con HIV hanno sentimenti diversi riguardo alla loro salute fisica.

Per uno studio qualitativo sull’HIV, sull’invecchiamento e sulla disabilità, i ricercatori dell’Ontario, Canada, hanno condotto una serie di interviste approfondite con gli anziani che vivono con l’HIV. Ogni persona è stata intervistata in quattro diverse occasioni, per un periodo di 18 mesi.

I 24 intervistati avevano un’età compresa tra i 50 e i 73 anni, con un’età media di 57 anni. Quattordici erano maschi e 10 erano donne. Il periodo di tempo trascorso dalla diagnosi di HIV variava da 6 a 30 anni, con una media di 18 anni.

Mentre tre quarti avevano una carica virale non rilevabile, tre quarti hanno anche riferito di aver sperimentato almeno sei sintomi “fastidiosi”. Solo uno su cinque lavorava e i redditi tendevano ad essere bassi.

Alla fine della quarta intervista, ai partecipanti è stato chiesto come avrebbero definito il successo dell’invecchiamento e di riflettere sul fatto che si ritenessero invecchiati con successo. I sei temi chiave che sono emersi sono descritti di seguito.

Accettare le limitazioni

Gli intervistati hanno parlato dell’importanza di venire a patti con le realtà dell’invecchiamento, di non aspettarsi di essere in grado di fare le stesse cose di quando erano più giovani e di stabilire dei limiti. Quando a un uomo è stato chiesto se si considerava invecchiato con successo, ha risposto:

“Nel posto in cui vivo sono felice. Potrei essere anche più felice, nel senso che mi accetto. Sto accettando la mia vita. “

Rimanere positivo

Mentre molti partecipanti hanno parlato di essere positivi e felici, lo hanno definito in molti modi: evitando la depressione, avendo sogni e aspirazioni e mantenendo il senso dell’umorismo.

“Avere una disposizione solare sulla vita, non lasciare che le cose ti buttino giù, non sudare le piccole cose. È grande. Non sudare le piccole cose. “

Mantenimento del supporto sociale

La connessione con gli altri è stata riconosciuta come un elemento essenziale dell’invecchiamento di successo. Questo potrebbe essere con amici, familiari, altre persone con HIV e sui altri social network. Gli intervistati hanno riconosciuto il supporto pratico (oltre che emotivo) di cui a volte avevano bisogno.

“Ho imparato, questo è stato difficile per me, ho imparato a chiedere aiuto.”

Assumersi la responsabilità

Essere coinvolti nella gestione della propria salute è stato importante per molti partecipanti.

“Abbiamo a che fare con l’HIV e non se ne andrà, quindi dobbiamo essere autosufficienti e dobbiamo essere buoni manager della nostra salute e della nostra psiche in modo da non cadere nella depressione”.

Uno stile di vita sano

Molti intervistati hanno riconosciuto l’importanza di uno stile di vita sano. Hanno parlato di mangiare in modo sano, di astenersi dalla droga e dal fumo, riposarsi e dormire bene, riducendo al minimo lo stress e l’esercizio fisico regolare.

“Se vuoi vivere una vita piena, lunga e sana, puoi … L’aderenza ai tuoi farmaci è fondamentale, ma in aggiunta a ciò sono i cambiamenti che farai nella tua vita personale.”

Impegnarsi in attività significative

Un elemento chiave era la capacità delle persone di prendere parte ad attività che erano significative per loro. Questi potrebbero mantenere attività esistenti o trovarne di nuove, incluso prendersi cura di se stessi, prendersi cura di altre persone, fare volontariato o lavorare.

“Ogni giorno continuo ad andare avanti, non ho intenzione di smettere di lavorare. E questo aiuta la mente e il corpo a continuare ad essere attivi. “

Invecchiamento di successo conclusione

Mentre i modelli accademici e professionali di successo dell’invecchiamento tendono ad enfatizzare la salute fisica e l’assenza di malattia, i ricercatori dicono che i loro intervistati erano meno preoccupati di questo – solo un intervistato ha menzionato di vivere in età avanzata, ed era più preoccupato per il lato psicologico dell’invecchiamento.

“I nostri partecipanti sembravano concentrarsi su componenti dell’invecchiamento di successo che enfatizzavano il controllo individuale”, dicono i ricercatori.

“Da un punto di vista clinico, questo mette in evidenza l’importanza di lavorare con PLWH [persone che vivono con l’HIV] per comprendere i loro valori ed aspirazioni per creare obiettivi centrati sul paziente che siano significativi per l’individuo.”

Reference

Solomon P et al. ‘I’m still here, I’m still alive’: Understanding successful aging in the context of HIV. International Journal of STD & AIDS, online ahead of print, 2017. (Abstract).

Fonte originale in lingua inglese: aidsmap

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione

Condividi:

Potrebbe interessarti anche