Home L.G.B.T. Le regole della pietà

Le regole della pietà

di Luca Negri

“sono uno scarabeo girato sul suo guscio che si dimena per rimettersi sulle zampe”

Le regole della pietà.
Un libro duro e crudo soprattutto per chi vive l’hiv in prima persona o per chi ha avuto accanto  una persona con AIDS.
Anno 1993 c’era solo l’AZT e il Videx(ddI) era “al mercato nero”.
Però è anche un libro che dà forza, un libro dove non c’è autocommiserazione di alcun tipo e un libro scritto magistralmente bene.

I dati biografici di Hervè Guibert, morto di AIDS a soli 36 anni, hanno assunto un tale peso nei media che spesso hanno rischiato di offuscare il suo lavoro di scrittore. Il suo rapido costituirsi a mito per una generazione, l’enorme fascino della sua persona, se da una parte hanno dato ai suoi libri una risonanza eccezionale, dall’altra possono indurre nell’equivoco che sia questo, la testimonianza, il suo valore e non, come invece è, un eccezionale talento di scrittura che si serebbe manifestato anche al di fuori di quei temi dannati della malattia e della morte.

Questa premessa vale in modo particolare per Le regole della pietà, seconda tappa di una triologia dedicata all’AIDS, dopo la famosissima Lettera all’amico che non mi ha salvato la vita (1991) e Citomegalovirus (1992).

In questo lungo racconto la scrittura accoglie, seleziona, controlla e restituisce al lettore gli effetti della malattia sullo scrittore stesso, l’osservazione oggettiva del lento percorso della morte dentro la sua persona.

Ma si badi bene, nessun pietismo e nessuna autocommiserazione si insinuano nel resoconto di una coscienza forte e dotata che osserva e ci restituisce un pezzo di realtà.
Lì, ai confini della morte, dove si seguono i protocolli dei medicinali, delle analisi, degli esami terribili e continui, dove si sperimentano farmaci preziosi e introvabili e si incontrano medici amorevoli ma anche ciarlatani.
Pur di provare ancora il desiderio di lottare, pur di provare ancora la voglia di scrivere.
Pur di provare a vivere.

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più