Home Altre patologie L’EACS consiglia il vaccino anti-HPV

L’EACS consiglia il vaccino anti-HPV

di Luca Negri
Da EACS 2017 una ricerca a cura di Nadir Onlus: fotografia delle persone che vivono con HIV in Italia

L’EACS consiglia il vaccino anti-HPV

L’European AIDS Clinical Society (EACS) ha raccomandato il vaccino anti-HPV (papilloma virusumano) per tutte le persone con HIV al di sotto dei 26 anni e per tutti gli MSM (uomini che fanno sesso con uomini) fino ai 40 anni.

L’HPV è un virus a trasmissione sessuale che causa verruche genitali e, in talune forme, conduce allo sviluppo di tumori cervicali, anali e orofaringei. Il tumore anale è raro nella popolazione generale, ma si sta diffondendo sempre di più tra le persone con HIV, e soprattutto tra gli MSM.

Deborah Konopnicki del St Pierre University Hospital di Bruxelles ha presentato alla Conferenza una revisione delle prove di efficacia a sostegno dell’opportunità di vaccinare le persone con HIV per l’HPV.

Lo screening per le forme tumorali legate all’HPV è disomogeneo e, per quanto riguarda il tumore anale, la scelta della modalità di screening è ancora oggetto di discussione, ha osservato la studiosa. Per quanto riguarda i tumori orofaringei causati dall’HPV, invece, ancora non è chiaro se lo screening sia effettivamente efficace.

Per giungere a queste raccomandazioni, EACS ha considerato diversi aspetti specifici per l’HIV:

  • Il vaccino offre protezione alle persone più avanti con l’età, che hanno maggiori probabilità di essere già state esposte all’HIV?
  • Il vaccino offre un’effettiva protezione alle persone che sono già state esposte all’HPV?
  • Quale piano di vaccinazione è più opportuno, e quale vaccino è da preferirsi?

Esiste un solo studio, denominato ACTG 5298, che abbia valutato gli effetti della vaccinazione contro l’infezione da HPV negli adulti con HIV. Dai risultati era emerso che, in un gruppo di popolazione prevalentemente maschile con età mediana di 47 anni, la vaccinazione non era in grado di ridurre l’infezione persistente da HPV.

Sulla base di questi dati, l’EACS raccomanda dunque che venga offerto il vaccino per l’HPV alle persone con HIV di età uguale o inferiore ai 26 anni. L’EACS si è allineata anche alla British HIV Association nel raccomandare la vaccinazione per tutti gli MSM con meno di 40 anni. Le linee guida precedenti, pubblicate nel 2015, si limitavano a raccomandare ai medici di seguire le linee guida nazionali sulla vaccinazione per l’HPV.

Sebbene la posizione dell’EACS sia che il vaccino ha un’efficacia dubbia nelle persone già esposte all’HPV, secondo Deborah Konopnicki resta comunque plausibile che la vaccinazione possa aumentare la protezione contro le patologie correlate al virus.

Lo studio ACTG A5240 ha riscontrato che in donne con sieropositività a qualsiasi tipo di papilloma virus che assumevano il vaccino quadrivalente si verificava un considerevole aumento del titolo anticorpale (ossia dei livelli di anticorpi) (+1.5 log10 IU/ml).

Altri studi su donne HIV-negative e MSM hanno trovato evidenze. Che, vaccinandosi dopo aver effettuato un trattamento per lesioni anali o cervicali associate all’HPV, si possa ridurre la probabilità che tali lesioni ricompaiano. Sono attualmente in corso due studi che probabilmente aiuteranno a vederci più chiaro sul ruolo della vaccinazione nella prevenzione delle recidive nelle persone con HIV.

Il vaccino genera una maggiore risposta anticorpale nelle donne con HIV che hanno già una carica virale HIV non rilevabile al momento della prima vaccinazione, probabilmente perché la soppressione virale consente il ripristino delle difese immunitarie.

L’EACS raccomanda, se disponibile, il vaccino vaccino anti-HPV nonavalente (efficace contro i nove tipi più comuni di HPV).

Come sottolineato dalla dott.ssa Konopnicki, non ci sono prove che nelle persone con HIV sia consigliabile adottare un piano di vaccinazione che preveda la somministrazione di meno di tre dosi, anche se svariati studi su giovani donne comprovano che una singola dose di vaccino sia immunogenica quanto la somministrazione di dosi ripetute.

Link collegati

Visualizza i bollettini della conferenza in italiano

  • Mercoledì 8 novembre 2017 (HTML | PDF)
  • Lunedì 30 ottobre 2017 (HTML | PDF)
  • Venerdì 27 ottobre 2017 (HTML | PDF)

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più