Home Epidemiologia L’Europa sta fallendo contro l’HIV

L’Europa sta fallendo contro l’HIV

di sert_budrio
I 6 impegni di Bruxelles per la lotta all’HIV

L'Europa sta fallendo contro l'HIVI casi sono in aumento dell’80% rispetto al 2004 e il 2013 è stato un anno record.

L’Europa sta fallendo nella lotta all’Hiv, con 136mila nuovi casi nel 2013, il numero più alto mai registrato e paesi, soprattutto nell’est, che hanno tassi di infezione tra i più alti al mondo.

Lo affermano i dati dell’European Center for Diseaes Control and Prevention (Ecdc) e dell’Oms Europa presentati oggi a Roma nel corso della conferenza europea organizzata dal ministero della Salute in occasione del semestre di presidenza.

La cifra dei nuovi casi, che si riferisce a tutto il continente Russia compresa, rappresenta un aumento dell’80% rispetto al 2004. Delle nuove infezioni circa 29mila riguardano l’area dell’Unione Europea. “Il problema è che in dieci anni non abbiamo visto nessun progresso significativo nella riduzione delle infezioni – ha affermato Marc Sprenger, direttore dell’Ecdc -. In tutta l’Europa le popolazioni più a rischio non sono raggiunte con efficacia, soprattutto gli omosessuali, che rappresentano il 42% delle nuove infezioni”.

Nel continente, spiegano gli esperti, il numero di infezioni non è calato, rimanendo sopra le 6 ogni 100mila abitanti negli ultimi dieci anni, con due terzi dei nuovi casi diagnosticati molto tardi.

A preoccupare sono soprattutto i paesi dell’est, con la Russia in testa, dove i casi sono in forte aumento. “In Russia non ci sono programmi per la prevenzione – ha sottolineato Lella Cosmaro, del forum della società civile – e le popolazioni più a rischio, come i lavoratori del sesso o gli omosessuali, sono perseguite dalla legge. Nel paese ci sono numeri paragonabili al Sud Africa, ma alle porte di casa nostra”.

 

FONTE: cdt.ch

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più