Home Associazioni Lila Cagliari: Nasce la prima campagna istituzionale di prevenzione dell’HIV in Sardegna

Lila Cagliari: Nasce la prima campagna istituzionale di prevenzione dell’HIV in Sardegna

di Luca Negri

Prende l’avvio la prima campagna di prevenzione dell’HIV affidata a Lila Cagliari dalla Regione Sardegna. Il progetto della campagna, presentato nel 2018, è stato finanziato dal Consiglio della precedente legislatura, anche grazie al supporto dell’associazione universitaria Farmacia Politica di Cagliari.

La campagna consegue il risultato di invertire la rotta in materia di prevenzione dell’HIV in Sardegna, ponendo fine ad un trentennio di silenzio istituzionale sul tema. Si tratta di una campagna di comunicazione che prevede una serie di iniziative di sensibilizzazione di massa ad ampio raggio, rivolte a tutta la popolazione in Sardegna, con particolare riferimento al target giovanile. La campagna è incentrata sul claim

“Possiamo fermarlo, l’HIV riguarda tutti” e invita all’uso del profilattico nei rapporti sessuali nonché a fare ricorso al test HIV per tutti coloro che non l’hanno mai fatto pur avendo corso dei rischi. Il test è anonimo e gratuito nelle strutture pubbliche o presso la sede di LILA Cagliari dove da oltre 3 anni è attivo un testing center con una struttura in grado di effettuare test rapidi per HIV, HCV e sifilide.

Altro importantissimo obiettivo della campagna è mettere in evidenza un dato scientifico appena recepito anche in Italia da una Consensus Conference del 12 novembre, che evidenzia che le persone con HIV in terapia antiretrovirale e senza viremia non possono trasmettere il virus nei rapporti sessuali senza profilattico (U=U). Con la divulgazione di questo concetto riconosciuto come TasP, (Therapy as prevention)si vuole abbattere lo stigma che circonda le persone con HIV.

La campagna prevede una serie di affissioni di grande formato che prenderà l’avvio a Cagliari in occasione del 1 dicembre e proseguirà nei mesi successivi fino  al 2020 a Oristano, Nuoro, Sassari e Olbia.

A queste si affiancheranno inserzioni su quotidiani e periodici locali, azioni multicanale con banner e flyers web con messaggi in modalità digitale, in collaborazione con le principali testate online sarde e sui social media.

Durante la primavera 2020 è prevista la diffusione di uno spot video che si affiancherà ai contenuti web e verrà veicolato attraverso tv locali, via satellite e digitale terrestre. Gli stessi contenuti multimediali saranno messi a disposizione della Regione Sardegna per la diffusione nei propri spazi istituzionali.

Fonte: lilacagliari.org

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più