Home Donne Menopausa , mestruazioni e HIV

Menopausa , mestruazioni e HIV

di Silvia Bandini
Menopausa , mestruazioni e HIV

Alcuni dati indicano che le donne che vivono con HIV possono presentare una menopausa precoce.

Ci sono anche prove secondo le quali i sintomi della menopausa tendono ad essere più intensi per le donne che vivono con l’HIV, ma la ricerca in questo settore è ancora in corso.

Cos’è la menopausa?

La menopausa fa parte della vita normale di una donna. Si riferisce a quel momento in cui il ciclo mestruale di una donna si ferma. La perimenopausa è il tempo di transizione che porta alla fine del periodo mestruale e comporta una serie di cambiamenti fisici che possono durare da uno a diversi anni. Quando il ciclo non compare per 12 mesi consecutivi ha inizio la menopausa.

Le donne di solito sperimentano la menopausa tra i 38 ei 58 anni, con un’età media di 51 anni.

I cambiamenti della menopausa iniziano quando le ovaie iniziano naturalmente a rallentare la produzione degli ormoni sessuali femminili, estrogeni e progesterone. I livelli di estrogeni diminuiscono, i cicli non sono più regolari e la gravidanza non è più possibile.

Menopausa , mestruazioni e HIV

Sintomi e condizioni relative alla menopausa

Una donna si sta avvicinando alla menopausa quando il suo ciclo mestruale inizia a cambiare. Durante questo periodo i livelli ormonali subiscono degli sbalzi e si possono verificare alcuni sintomi tra i quali:

cicli sempre più irregolari per frequenza e/o durata e/o quantità ; vampate di calore ; sudorazioni notturne e sbalzi d’umore ; depressione ; irritabilità e insonnia ; secchezza vaginale ; mancanza di desiderio sessuale; cambiamenti della pelle e dei capelli.

Le donne con HIV che hanno esperienza di sudorazione notturna possono identificarla erroneamente con vampate di calore legate alla menopausa, quando in realtà il sudore pò dipendere dall’infezione da HIV.
La secchezza vaginale può essere confusa con un’infezione sessuale.
È importante appuntarsi i dati dei cicli e segnalare eventuali modifiche al proprio medico per evitare una diagnosi errata o trattamenti ormonali che potrebbero non essere necessari.

In che modo l’HIV causa problemi ai cicli mestruali?

Non è chiaro esattamente come l’HIV influisca sul ciclo mestruale delle donne.
Tuttavia i cambiamenti nel sistema immunitario possono influenzare il modo in cui il corpo produce e mantiene livelli di diversi ormoni tra cui testosterone, estrogeni e progesterone.

La ricerca ha dimostrato che le donne con una malattia da HIV più avanzata (conta di CD4 inferiore a 200) avevano più probabilità di avere cicli mestruali irregolari. Alcuni dei fattori che hanno maggiori probabilità di manifestarsi nelle donne con HIV avanzato (perdita di grasso corporeo, anemia, problemi nutrizionali) possono anche portare a cambiamenti mestruali perché influenzano gli ormoni.
È importante sapere che questi stessi problemi influenzano anche i cicli mestruali delle donne che sono HIV-negative. Ad esempio, le donne con grasso corporeo molto basso, le donne con malattie croniche non correlate all’HIV e le donne con poco ferro a causa di anemia hanno più probabilità di avere cicli irregolari o nessun ciclo.

Le donne che vivono con l’HIV quindi possono sperimentare cambiamenti nei loro cicli mestruali, anche se non stanno attraversando la menopausa.
Il dialogo col medico infettivologo può aiutare a scoprire a cosa sono correlati eventuali sintomi e potrebbe essere utile controllare anche i livelli ormonali.

Problematiche legate alla menopausa

Ci sono altri problemi che possono svilupparsi dopo la menopausa, legati anche all’invecchiamento naturale del corpo e non esclusivamente correlati all’infezione da HIV.

Tra questi i più comuni sono l‘osteoporosi , le malattie cardiovascolari e l’incontinenza urinaria.

Terapia ormonale sostitutiva

Sebbene la TOS fosse regolarmente raccomandata per alleviare i sintomi della menopausa e ridurre la perdita ossea, l’uso a lungo termine è discutibile. La ricerca ha dimostrato che può aumentare il rischio di cancro al seno, malattie cardiache e ictus.
Può essere appropriata per un breve periodo. Estrogeni e progesterone sono disponibili anche in cerotti, creme e anelli vaginali che potrebbero essere un’alternativa alla formulazione in pillole e potrebbero non comportare gli stessi rischi.

L’utilizzo va sempre discusso con il proprio medico anche per eventuali interazioni con la cART.
Generalmente le donne che convivono con l’HIV e assumono farmaci contro l’HIV hanno buoni risultati usando le pillole anticoncezionali e altri contraccettivi ormonali.

Trattamenti alternativi

Ci sono altre terapie disponibili per trattare i sintomi della menopausa.
Molte terapie complementari non sono autorizzate dagli enti che regolamentano i farmaci. Nel caso è meglio consultare un professionista esperto e informare anche il proprio infettivologo.

Questi trattamenti possono includere la medicina tradizionale cinese come l’agopuntura ; mangiare cibi che contengono estrogeni a base vegetale (chiamati anche fitoestrogeni, ad es. Soia, semi di lino) ; utilizzare supplementi vegetali o botanici (ad es. Trifoglio rosso, dong quai, kava, ginseng).

Possono essere prescritti anche farmaci antidepressivi dopo consulenza specialistica

Mantenersi sane dopo la menopausa

I rischi con l’avanzare dell’età sono tanti ma alcuni cambiamenti metabolici possono essere controllati come il colesterolo, i trigliceridi e i problemi correlati al glucosio.

Alcuni consigli post- menopausa:

Dieta sana e varia (vedi pagina sulla nutrizione)
Salute delle ossa: chiedere al medico se servono supplementi di calcio e controllare il livello di vitamina D
Smettere o ridurre il fumo
Moderato consumo di alcol moderatamente (non più di un drink al giorno)
Attività fisica : attività aerobica per 30 minuti cinque volte a settimana
Includere l’attività di rafforzamento muscolare due volte alla settimana per prevenire la perdita di tessuto osseo
Fare una mammografia ogni 1-2 anni
Controlli ginecologici almeno una volta all’anno con un test di screening del cancro cervicale
Verifica valori di colesterolo e trigliceridi

Prendersi cura di se stesse

Ogni donna sperimenta la transizione o il “cambiamento” della menopausa in modo diverso. È importante ricordare che la menopausa è un processo normale e naturale. La menopausa può segnalare la fine della fertilità, ma non è la fine della  femminilità o della sessualità.

Fonti: TheBody.com

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione.

Condividi:

Potrebbe interessarti anche