Home Associazioni Intervista a Michele Formisano, Presidente TGenus e NPS Puglia

Intervista a Michele Formisano, Presidente TGenus e NPS Puglia

di Luca Negri
Intervista a Michele Formisano, Presidente TGenus e NPS Puglia

Intervista a Michele Formisano, Presidente TGenus e NPS Puglia – Ricadi (Vv) – “Omofobi del mio stivale”.

Michele Formisano: l’intervista
“Omofobi del mio stivale”
Ricadi (Vv), 2 settembre 2017.

Una giornata di incontri e dibattiti per dire NO alla discriminazione contro le persone LGBT (e a ogni altra forma di discriminazione).

Giovanni De Grazia intervista Michele Formisano, Presidente TGenus e NPS Puglia.

Fonte: liberi.tv

Un grido per dire “no all’omofobia e ad ogni forma di discriminazione”

È l’iniziativa fortemente voluta da Massimo Arcangeli, linguista, il primo a denunciare la vicenda di una coppia di giovani gay rifiutata dal titolare di una guest house di Ricadi.
A lui si aggiunge la giurista Alessia Bausone, che ha trovato condivisione in ambienti politici locali e regionali nonché di associazioni e operatori turistici del luogo.
Anche la direttrice responsabile, Cristina Calzecchi Onesti, della testata giornalistica Pride Online ha voluto sostenere questo evento di assoluta importanza.
Per trasmettere un messaggio di inclusione sociale contro pregiudizi e discriminazioni, contro l’orientamento sessuale e l’identità di genere, purtroppo ancora diffuse nella società.

“Nel corso dell’estate, segnalazioni e denunce – ha affermato il noto linguista Arcangeli dell’associazione culturale La parola che non muore – si sono moltiplicate, per questo la giornata del 2 settembre a Ricadi è servita anche per fare il punto sulle iniziative legislative per i diritti civili e contro l’omofobia, quindi per iniziare a strutturare una rete di sensibilizzazione nazionale. Abbiamo deciso di coinvolgere personalità diverse perché la riflessione è necessaria in tutti i settori”.

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più