Home Altre patologie Miti e verità sul sesso orale

Miti e verità sul sesso orale

di Luca Negri
Coito interrotto: la contraccezione naturale che piace agli uomini

Miti e verità sul sesso oraleSul sesso orale si è detto molto, ma forse non abbastanza…e non è perché se si è impegnati in questa pratica, per ovvi motivi si è in difficoltà a parlare, ma perché spesso le notizie sono contraddittorie e la confusione regna sovrana.

Per cercare di fare un po’ di chiarezza in merito, in particolare per quanto riguarda l’aspetto salute, ci hanno pensato i medici di WebMD.

Secondo le statistiche ben il 90% delle persone di entrambi i sessi hanno avuto esperienza di sesso orale. Poi, come sempre avviene per le statistiche, c’è chi “mangia un pollo all’anno, chi lo mangia tutti i giorni e chi mai…”. Ma, polli a parte, ecco cosa rispondono gli scienziati ad alcune domande riguardanti la presunta pericolosità del sesso orale per la salute e il rapporto di coppia.

Domanda numero 1: Il sesso orale può provocare il cancro alla gola?
Risposta: Sì, è possibile sviluppare il cancro alla gola secondo il dr. Otis Brawley dell’American Cancer Society. Questo perché, in base a recenti studi, alcuni tipi di cancro dell’orofaringe (al centro della gola) e alle tonsille sono probabilmente causati da un tipo di papilloma virus umano (HPV). L’HPV è la causa principale del cancro della cervice uterina nelle donne e pare che i diversi tipi di questo papilloma virus siano la causa di circa il 70% dei carcinomi del collo dell’utero. Questo HPV può essere trasmesso per via sessuale e, quindi, anche nei rapporti orali.
Uno studio pubblicato su The New England Journal of Medicine nel 2007 ha mostrato che vi è un maggiore rischio per il cancro orofaringeo nelle persone che avevano avuto rapporti sessuali orali con almeno sei diversi partner.
Attenzione, quindi, con chi si fa del sesso orale, donna o uomo che sia.

Domanda numero 2: Fare sesso orale non protetto comporta altri rischi per la salute?
Risposta: Sì, ci sono altri rischi per la salute. Sono infatti diverse le infezioni trasmesse sessualmente (STI), compreso l’HIV, l’herpes, la sifilide, la gonorrea e l’epatite virale. “Il sesso orale non è sesso sicuro”, commenta la dr.ssa Terri Warren – specializzata in malattie sessualmente trasmissibili – con un gioco di parole che sta a significare che è sicuro per quanto riguarda le gravidanze indesiderate me non lo è per la salute in generale. Una soluzione potrebbe essere l’uso di un preservativo o altro elemento in grado di proteggere la mucosa orale dal contatto con le escrezioni dell’organo genitale, sia maschile che femminile. Tuttavia, fa notare la dr.ssa Warren, è risaputo che specialmente i giovani (il 91%) non usa nessuna precauzione. “Probabilmente questo avviene perché molte persone non sanno che le malattie sessualmente trasmissibili possono essere diffuse per via orale. O se lo fanno, non vedono i rischi per la salute come molto gravi”, aggiunge Warren. Secondo l’esperta, è più rischioso fare del sesso orale a un uomo che non a una donna, tuttavia i rischi esistono per tutti e due.

Domanda numero 3: Il sesso orale è più diffuso tra gli adolescenti?
Risposta: Sì e no. In realtà gli adolescenti lo fanno di più perché ritengono sia più sicuro che non il rapporto completo, afferma la dr.ssa Bonnie Halpern-Felsher (pediatra presso l’Università della California). Secondo un recente sondaggio i maschi sono più propensi a richiedere questo tipo di rapporto, mentre le femmine sono più soggette ad avere sentimenti contrastanti nei confronti e sensi di colpa.
Ma ci sono altri motivi per cui i ragazzi provano interesse per il sesso orale e, secondo il sondaggio, sono: ricerca del piacere, per migliorare le relazioni, per guadagnare in popolarità e per curiosità. I dati tuttavia differiscono tra maschi e femmine; i primi danno la preferenza alla ricerca del piacere, mentre le seconde al miglioramento del rapporto.

Domanda numero 4: I rapporti orali migliorano i rapporti tra gli adulti?
Risposta: Sì e no. I risultati sono contrastanti. Per alcune coppie il sesso orale migliora il rapporto, per altre lo peggiora o lo rovina perché causa di stress, fa notare la dr.ssa Louanne Cole Weston.
Lo stress per alcune coppie è dovuto al fatto che uno dei partner ritiene che i genitali dell’altro siano sporchi e/o maleodoranti. Spesso “una persona non desidera ricevere quest’atto, perché lui o lei si preoccupa della reazione del partner”, dice Weston.

Altri, poi, possono essere preoccupati di non essere all’altezza ed essere in ansia per la loro prestazione; questo è fonte di stress e può danneggiare il rapporto, fa ancora notare la dr.ssa Weston. Ci sono anche altri fattori che entrano in gioco durante il sesso orale, sottolineano gli esperti, e tra questi vi è il fatto che una persona si possa sentire sottomessa al volere del proprio partner. O ancora il fatto che questo tipo d’intimità coinvolge uno spazio molto personale, assai di più che non il rapporto sessuale completo. È quindi importante viverlo nel migliore dei modi, senza imposizioni o tensioni, altrimenti è meglio evitarlo.

FONTE: affaritaliani.it

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più