Home Ricerca Nuovi antiretrovirali iniettabili a lunga durata

Nuovi antiretrovirali iniettabili a lunga durata

di Neptune

Nuovi antiretrovirali iniettabili a lunga durataNuovi farmaci e strategie di trattamento.
Una combinazione di due farmaci antiretrovirali iniettabili a lunga durata d’azione ha dato prova di un’efficacia virologica paragonabile a quella della terapia antiretrovirale tradizionale, secondo quanto rivelano nuovi dati.

Il trattamento per l’HIV va assunto a vita, e la ricerca sta cercando di mettere a punto antiretrovirali iniettabili a lunga durata d’azione che non richiedano l’assunzione quotidiana.

Per questo studio sono stati arruolati 309 pazienti che intraprendevano per la prima volta la terapia: a tutti è stato somministrato cabotegravir più abacavir/lamivudina.

I partecipanti che riuscivano ad abbattere la carica virale a livelli non rilevabili sono stati poi randomizzati per ricevere delle iniezioni di cabotegravir e rilpivirina ogni quattro/otto settimane, oppure per proseguire con il tradizionale regime giornaliero con assunzione per via orale.

A 32 settimane dalla randomizzazione, i tassi di soppressione virale hanno raggiunto il 94/95% nel braccio che riceveva le iniezioni, contro il 91% per chi invece aveva mantenuto la terapia orale.

L’effetto collaterale più comune del nuovo trattamento è risultato una reazione locale nel sito di iniezione; 19 pazienti hanno inoltre lamentato sintomi simil-influenzali. Tra i partecipanti che hanno ricevuto il preparato iniettabile è invece risultato maggiore il grado di soddisfazione per il nuovo trattamento (90%, contro il 70% nel gruppo che assumeva la terapia orale).

Il follow-up continuerà fino alla 96° settimana, ed è inoltre in programma un ampio studio di fase 3.

Le formulazioni iniettabili a base di anticorpi potrebbero rappresentare la nuova frontiera della prevenzione e del trattamento dell’HIV. Al CROI sono stati presentati studi che indagano l’impiego di terapie iniettabili a base di anticorpi nella profilassi pre-esposizione (PrEP) e come forma di trattamento. In questo ambito la ricerca sta muovendo i suoi primi passi e i risultati sono finora promettenti: tuttavia resta ancora molta strada da fare prima che la prevenzione e la terapia a base di anticorpi possa diventare una realtà.

Link collegati 

Resoconto completo dello studio sui farmaci anti-hiv iniettabili a lunga durata d’azione su aidsmap.com

Resoconto completo degli studi sulle formulazioni a base di anticorpi su aidsmap.com

FONTE: aidsmap.com

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più