Home Campagne #Trattamibene è la nuova iniziativa su Hiv nata grazie al contributo di otto associazioni di pazienti

#Trattamibene è la nuova iniziativa su Hiv nata grazie al contributo di otto associazioni di pazienti

di Luca Negri
#Trattamibene è la nuova iniziativa su Hiv nata grazie al contributo di otto associazioni di pazienti

#Trattamibene: è nata grazie al contributo di otto associazioni di pazienti, con il patrocinio di Icar (Italian Conference on Aids and Antiviral Research) e Simit (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali), assieme al supporto della casa farmaceutica Gilead Sciences.

Otto associazioni di pazienti insieme, finalmenta da un pò di anni unirsi  sta diventando una abitudine.
L’unione fa la forza specialmente oggi che sembra di moda dimenticarsi dei problemi e magari seguire vecchie ideologie. Il primo dicembre si avvicina e insieme anche alle istituzioni che ci tengono veramente come il Simit e Icar, si può fare informazione e scudo contro lo stigma e le discriminazioni, oggi più che mai.

#Trattamibene è il nuovo capitolo e la naturale evoluzione della campagna ‘Guardiamo Oltre’.
Esso vuole descrivere l’aspetto sociale e le difficoltà che incontrano le persone con HIV nella vita quotidiana, la cosiddetta ‘accettazione sociale’ nell’ambito di uno scenario più ampio di salute globale.

Se oggi siamo in grado di porre attenzione alla qualità della vita dei pazienti con HIV, lo dobbiamo anche grazie al valore dell’innovazione. Negli ultimi anni, infatti, esso è stato responsabile di importanti progressi in ambito diagnostico-terapeutico: il poter ragionare sulla patologia con un orizzonte di lungo termine, la riduzione dei momenti di assunzione delle terapie quotidiane e del numero di compresse, una conseguente maggiore aderenza alle cure che si traduce in una più elevata efficacia, una maggiore tollerabilità delle nuove specialità medicinali.

Dalla Home page di #trattamibene

#Trattamibene è la nuova iniziativa su Hiv nata grazie al contributo di otto associazioni di pazienti

Il valorizzare l’innovazione, dunque, ha permesso di allargare l’orizzonte oltre l’ambito – in parte risolto – medico-sanitario, per focalizzare l’attenzione sul valore della persona con HIV. #Trattamibene significa, dunque, occuparsi concretamente del cosiddetto ‘quarto 90’, ossia della buona qualità di vita delle persone con HIV che assumono terapie di successo. Nell’ambito della qualità di vita e nell’ottica di ridurre lo stigma, è importante condividere anche il concetto U=U (Undetectable=Untransmissable ) ovvero che una persona sieropositiva con virus non rilevabile non è a rischio di trasmettere il virus. Ciò permette alle persone sieropositive che siano “undetectable”, di vivere più serenamente la propria sessualità (es coppie sierodiscordanti).

Le testimonianze di 8 popolazioni chiave hanno permesso di rappresentare il livello di accettazione sociale in diversi contesti, scattando un’istantanea di quello che significa oggi vivere con l’HIV in un’ottica di salute globale. Ricordiamo che oggi la terapia antiretrovirale consente non solo un’attesa di vita di chi l’assume con regolarità simile a quella di chi non ha l’infezione, ma rappresenta anche un presidio importante di contrasto alla trasmissibilità del virus.

A conclusione di questo nuovo capitolo #Trattamibene, il documento ‘Trattami bene! Noi ci crediamo” (qui scaricabile) racchiude alcuni concetti condivisi dai sostenitori, che si auspica possano diventare una base di interlocuzione con chiunque voglia mettere in atto politiche socio-sanitarie strategiche per garantire il benessere e la dignità di tutte le persone con HIV nel nostro paese.

Guarda la mappa interatti con gli 8 temi trattati e guarda tutti i Video

  1. trattamibene.it/#popolazione_msm
  2. trattamibene.it/#persone_hiv
  3. trattamibene.it/#detenuti
  4. trattamibene.it/#hcv
  5. trattamibene.it/#migranti
  6. trattamibene.it/#donne
  7. trattamibene.it/#trans
  8. trattamibene.it/#pwid

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più