Home Poloblog Piccola intervista: …..Nocsina

Piccola intervista: …..Nocsina

di Luca Negri
Poloblog

Piccola intervista: .....NocsinaNocsina una negativa tra positivi
-Ciao nocsina, volevo farti un po di domande per farti conoscere un meglio agli altri ti va?

-Certo

-Allora incominciamo. Prima di passare alla presentazione io vorrei iniziare chiedendoti una cosa. Quante volte ti sei sentita dire:
“si, ma tu, non capisci??”..

-Questa è una bellissima domanda, tantissime volte me lo sono sentita dire, e anzi addirittura alcune persone dopo aver saputo mi hanno pure evitata… ma siccome io non mollo alla fine si sono arrese.. ovvio non tutti però!

-Tutto ebbe inizio..

-Dunque tutto ebbe inizio nell’ agosto del 2008, il 22 per la precisione, quando il mio ragazzo morì per overdose, ebbi paura ,stupidamente capii poi, visto che avrei dovuto avere paura tanto tempo prima. Ma, molti come me, capiscono le cose solo quando ci sbattono i denti.
Da quì mi buttai su internet in cerca di info sul’ hiv e mi imbattei nel polinformativo.
Ebbi tutte le risposte alle mie domande, anche stupide, ma comuque domande di una persona che aveva solo sentito lontanamente parlare di questa malattia, e che non se ne era curata più di tanto, sapevo che c’era punto.

-poi il test fu…

-a 3 mesi risulto’ negativo, comuque non mi sono sentita in pace, avevo peccato di stupidità… potevo essere positiva e non certo per colpa di questo ragazzo.

-la scoperta di un mondo nuovo..

-si un mondo nuovo, e permettimi, un mondo migliore, nel senso che ho conosciuto persone vere che sanno cos’è la sofferenza, da cui ho qualcosa da imparare… quì esiste la condivisione del valore della vita, non la condivisione di scemenze che si vedono tutti i giorni alla televisione, ci si possono scambiare esperienze di vita di ogni genere

-i nick name diventano volti e abbracci..

-si mi è piaciuto trasformare la virtualità di una parola, nel conforto di un abbraccio vero, ho conosciuto molti polini, ma ancora molti mi mancano e spero succeda presto, perchè mi piace tanto dare un volto alle persone con cui mi sento in sintonia

-i viaggi per conoscere tutti..

-il primo in assoluto è stato a Roma, con il famoso caffè romano.
Poi Bari dai mitici Lilly e Nicola, dove ho avuto la fortuna anche di incontrare altri polini.. Sono arrivata anche a Soverato in Calabria, e anche in Emilia Romagna, insomma ho fatto 2/3 giri e in estate questo giro ricomincia…

-Oggi ancora nel polo perche?

-perchè il polo è stato un momento di crescita per me, è stato come un padre, e spero in qualche maniera di riuscire a restituire almeno in parte quella sensibilità che ho ricevuto

-il 6 aprile 2009…

-il terremoto… crollo dell’anima, appena sono riuscita ad alzarmi quella notte ho guardato negli occhi mio padre e gli ho detto ” papà qualcuno sta piangendo…” la grandezza della tragedia è stata sotto gli occhi di tutti;come anche in quello di haiti, in cile e ultimo quello in cina.
Nel mio cuore ancora rimane e ci sarà per sempre la convinzione che queste sono le tragedie della vita, queste sono le cose a cui non si può porre rimedio…
Di buono ne ho cavato che, di queste cose che non si conoscono si deve aver paura, non di un hiv positivo ne della malattia stessa, le cose che si conoscono si possono affrontare….

-Cosa ti aspetti dal futuro..

-forse quello che mi aspetto io è pura utopia… una società più aperta agli altri, più comprensiva, con una buona dose di rispetto verso tutti, anche se a volte penso che le favole non si possono raccontare..

-Nel tuo piccolo cosa è cambiato e cosa cambiera..

-E’ cambiato molto, ma non nel carattere, l’approccio verso questa malattia è cambiato, prima non la vedevo, adesso la vedo, la conosco, e cerco di farla conoscere, come posso e fin dove posso. Cosa cambierà? Io ci proverò ogni giorno a parlarne e di più ancora a far capire che tutti siamo noi, e non si deve fare discriminazione in nessun senso
in’oltre ho dato una regola alla mia vita sessuale,facendolo sempre con le dovute precauzioni.

-un abbraccio e ancora grazie

-grazie a te e grazie ancora a questo sito.

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più