Home Prevenzione Gli uomini che acquistano PrEP online ricevono supporto?

Gli uomini che acquistano PrEP online ricevono supporto?

di Luca Negri
Gli uomini che acquistano PrEP online ricevono supporto?

Gli uomini che acquistano PrEP online ricevono supporto?

Gli omosessuali a Londra che si riforniscono di farmaci generici per la profilassi pre-esposizione (PrEP), di solito provenienti da farmacie in Internet all’estero, hanno spesso imparato di questa possibilità da persone sui social network e vorrebbero avere più supporto da parte di altri utenti di PrEP . Ciononostante, l’approvazione da parte dei medici dell’acquisto di PrEP online è stata importante per convincere sulla legittimità della praticaa.  Anche gli utenti avrebbero sicuramente preferito che l’NHS fornisse effettivamente la PrEP, secondo uno studio su PLOS ONE.

Dopo che lo studio PROUD ha pubblicato i suoi risultati nel 2015, l’NHS England ha scelto di non fornire la PrEP e poi ha perso una battaglia legale con gli attivisti per la sua decisione. Alla fine del 2017, ha aperto un studio (trial) di implementazione che fornirà PrEP a 13.000 persone. Tuttavia, ottenere un posto nel trial non è sempre facile e in momenti diversi, alcune cliniche non sono state in grado di arruolare altri uomini gay durante il processo.

NDR: Info sulla prep on line.Gli uomini che acquistano PrEP online ricevono supporto?Data la lentezza del sistema sanitario per rispondere alle prove dell’efficacia della PrEP e dell’impossibilità o difficoltà di ottenerla attraverso le vie sanitarie tradizionali, molti gay si sono rivolti a Internet per acquistare PrEP online (farmaci generici). I siti web degli attivisti I Want PrEP Now e PrEPster hanno condiviso informazioni su come farlo. Mentre il numero di persone che effettivamente acquistano PrEP online è sconosciuto, ma stato stimato in circa 10.000. Inoltre, tra marzo 2017 e marzo 2018, la pagina Web “Comprare online” del PrEPster è stata visualizzata 100.000 volte.

Questo è il primo studio per esplorare l’esperienza degli uomini che hanno la PrEP online e auto-somministrata. I ricercatori erano particolarmente interessati a scoprire le loro informazioni e le loro esigenze di supporto.

Mentre la situazione può sembrare specifica per l’Inghilterra (in particolare, la combinazione di PrEP non disponibile e di regolamenti che consentono l’importazione di medicinali generici per uso personale), l’attivismo del paziente per ottenere farmaci che non sono prontamente disponibili si verifica in relazione a altre condizioni mediche. Ci sono stati club di acquirenti per ottenere il trattamento moderno dell’epatite C e le persone transgender ricorrono spesso all’acquisto di terapie ormonali online.

Inoltre, nei paesi in cui la PrEP è formalmente disponibile, ma esistono barriere finanziarie (come i premi assicurativi) o la fornitura è razionata, le persone possono a volte decidere di acquistare PrEP online. Lo studio può quindi essere rilevante in una gamma più ampia di impostazioni.

Sara Paparini e Will Nutland hanno condotto tre discussioni in focus group nell’estate del 2017. Nella loro discussione sui limiti dello studio, gli autori osservano che il ruolo prominente del secondo autore nell’attivismo della PrEP e nel sito web della PrEPster avrebbe potuto alterare le risposte dei partecipanti.

I partecipanti sono stati reclutati attraverso pubblicità su app di social networking e social networking. Venti omosessuali che avevano acquistato la PrEP online ne prendevano parte – metà erano nati fuori dal Regno Unito, quasi tutti vivevano a Londra, la maggior parte hanno dai 30 ai 40 anni e tutti avevano un’istruzione universitaria. Gli autori osservano che questo campione, scelto da noi stessi, dai primi utenti, non è probabilmente rappresentativo di tutti gli omosessuali che ottengono il PrEP in questo modo. Studi australiani e francesi suggeriscono che le minoranze sostanziali di utenti informali della PrEP hanno livelli di istruzione inferiori o sono ventenni.

Alcuni risultati dello studio

Per leggere tutti i risutati (in inglese) vai su AidsMap

C’era una grande varietà di modi in cui i partecipanti hanno appreso per la prima volta della PrEP e  come procurarsela. Circa la metà sono stati indirizzati a I Want PrEP Now o PrEPster da un medico della salute sessuale dopo che erano stati identificati come a maggior rischio di HIV – un uomo ha chiesto al suo medico scrivendo l’indirizzo web sul retro di una busta.

Per coloro che non hanno trovato la clinica, amici e partner sessuali sono stati fondamentali per ottenere informazioni sulla PrEP. Alcuni avevano letto su di esso nei media o da un collegamento pubblicato su Facebook. Da notare, quattro uomini ne avevano sentito parlare per la prima volta da amici o partner sessuali quando viaggiavano negli Stati Uniti.

“C’era un mio amico. Ho avuto una conversazione con lui ed è stato allora che ho iniziato il mio percorso di educazione e apprendimento “.

La maggior parte dei partecipanti ha acquistato il proprio PrEP da uno dei siti Web di farmacia presenti su I Want PrEP Now. Un uomo aveva avuto in origine una prescrizione privata mentre un altro aveva acquistato il suo PrEP dal trattamento per l’HIV che il suo partner sieropositivo stava assumendo.

Nella scelta del sito da cui acquistare, gli uomini sono stati motivati dall’approvazione di I Want PrEP Now, da quanto i siti erano semplici da navigare, da quanto apparivano affidabili, dai loro prezzi e dalla gamma di opzioni di pagamento.

Pochissimi uomini hanno problemi con i farmaci che non arrivano, ma le aziende potrebbero essere lente a rispondere alle domande, come questo uomo ha descritto:

“L’intero sistema sembra essere finito fuori controllo. “

Molti avevano dei dilemmi sulla legittimità degli acquisti online. La mancanza di certezza riguardo alle pillole che avrebbero assunto contribuiva all’esitazione nell’iniziare il PrEP.

“È strano in questo paese comprare I tuoi farmaci”.

“E se questa fosse solo una pillola di zucchero? Come posso valutare che buon sito farmaceutico è? Non posso Non ne ho idea.”

Mentre gli uomini ricevevano informazioni da una serie di fonti online e personali, era quasi sempre la discussione con i loro medici della salute sessuale del NHS che li costringeva a decidere di andare avanti e comprare la PrEP.

“Il dottore l’ha indicato [il sito web] … Niente può essere sbagliato in questo.”

Il programma di 56 Dean Street che prevedeva il monitoraggio terapeutico dei farmaci – che dimostrava che i farmaci forniti non erano falsi – dava legittimità all’utilizzo da parte degli uomini di farmaci altrimenti sconosciuti. Ha fornito rassicurazione e rimosso preoccupazioni persistenti.

Oltre la clinica, gli amici che vivono con l’HIV hanno offerto consigli sull’assunzione dei farmaci. Tuttavia, il supporto più cruciale proveniva da colleghi e partner che avevano utilizzato o stavano utilizzando la PrEP. Questo elemento di sostegno tra pari, attraverso l’amicizia e i social media, è stato visto come una componente essenziale dell’educazione PrEP da quasi tutti i partecipanti, con l’esperienza dei pari come “meno astratta” e “più affidabile” di un sito web.

“L’esperienza dei pari è importante, specialmente se l’hanno presa per un po ‘. Ti risparmia la fatica di seguire te stesso quei vicoli ciechi. “

E’ stato chiesto di commentare un possibile intervento di sostegno guidato dai pari, tutti i partecipanti hanno ritenuto che fosse necessario e sarebbe stato utile. Hanno convenuto che un intervento faccia a faccia sarebbe preferibile a un servizio online.

Reference

Paparini S et al. DIY HIV prevention: Formative qualitative research with men who have sex with men who source PrEP outside of clinical trials. PLoS ONE 13(8): e0202830. (Full text freely available.)

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione.

Fonte: AidsMap

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più