Home » Raltegravir e antidepressivi

Raltegravir e antidepressivi

di Luca Negri
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il

News tradotta da aidsmap
Nell’edizione del 12 settembre di AIDS sono riportati quattro casi di temporaneo  peggioramento della salute mentale in pazienti, con precedenti disturbi depressivi o turbe del comportamento(sindrome bipolare), trattati con Raltegravir(Isentress) il primo farmaco appartenente alla nuova classe di inibitori dell’integrasi.

I dati riguardano quattro pazienti experienced di sesso maschile ed età compresa tra i 40 e i 55 anni che hanno mostrato un rapido peggioramento della loro salute mentale dopo l’inizio del trattamento col farmaco.
Tutti e quattro erano anche in trattamento con farmaci psicotropici per la cura della depressione o degli sbalzi d’umore.

I ricercatori hanno ipotizzato che una possibile, ma non nota interazione tra i farmaci possa essere stata responsabile del temporaneo peggioramento della salute mentale osservato.
Uno dei pazienti era in terapia con efavirenz(Sustiva) farmaco associato a problemi depressivi, ma senza evidenza di danni a livello di salute mentale.
Un secondo paziente aveva comunque sospeso precedentemente la terapia con Sustiva per peggioramento dei sintomi.

I pazienti avevano iniziato la terapia con Isentress per due ragioni: lo switch da Fuzeon o l’insorgenza di problemi gastrointestinali dovuti agli inibitori della proteasi.

Nel giro di un mese dall’inizio della terapia con raltegravir tutti e quattro hanno sviluppato sintomi depressivi, in un caso tanto gravi da richiedere l’ospedalizzazione.
Sono stati cambiati tipo e dosaggio dei farmaci antidepressivi assunti e entro tre mesi c’è stato un miglioramento delle condizioni senza sospensione di raltegravir.

La depressione, negli studi clinici effettuati durante lo sviluppo del farmaco, non era tra gli effetti collaterali riscontrati, ma non erano stati condotti studi in pazienti con sindrome depressiva preesistente.
I ricercatori hanno affermato che in base alle loro conoscenze si è trattato del primo caso che riporta associazione tra raltegravir e peggioramento della depressione.
Non hanno dubbi sul fatto che sia stata un’interazione tra raltegravir e i farmaci psicotropici assunti la causa più probabile, in quanto i pazienti non assumevano altri nuovi farmaci antiretrovirali  (eccetto uno che contemporaneamente utilizzava darunavir che però non è associato alla depressione).
Gli antidepressivi usati erano citalopran e bupoprion , ma oltre a questi i quattro pazienti utilizzavano altre varietà di farmaci antipsicotici.

I ricercatori hanno concluso che : in attesa di ulteriori studi è necessaria cautela e stretto monitoraggio nel consigliare l’inizio della terapia con raltegravir in pazienti con storia di depressione e correntemente in trattamento con antidepressivi o altri farmaci psicotropici.

Reference

Harris M et al. Exacerbation of depression associated with starting raltegravir: a report of four cases. AIDS 22: 1890 – 1892, 2008
Per leggere l’articolo in lingua originale:
http://www.aidsmap.com/en/news/FDC57274-63B8-4BAF-ABC2-09CC5C9ABA19.asp

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione

Potrebbe interessarti anche

Usiamo i cookie e i metodi simili per riconoscere i visitatori e ricordare le preferenze. Li usiamo anche per misurare l'efficacia della campagna e analizziamo il traffico del sito. Accetta tutto e visita il sito Per ulteriori dettagli o per modificare le tue scelte di consenso in qualsiasi momento vedere la nostra politica sui cookie.