Home » Rivalutare le linee guida per il trattamento della HAART?

Rivalutare le linee guida per il trattamento della HAART?

di Luca Negri
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il

Rivalutare le linee guida per il trattamento della HAART?Migliori risultati del numero di CD4 dopo sette anni nei pazienti che iniziano la HAART con un numero di CD4 superiore a 350 secondo coorte ATHENA

Dall’avvento della HAART, alla metà degli anni 90, ci sono state sempre grosse controversie sul punto migliore per cominciare una terapia antiretrovirale. Mentre alcuni esperti hanno favorito il “colpire, prima, colpire forte”, altri, più preoccupati sugli effetti collaterali a lungo termine erano dell’avviso di aspettare la progressione della malattia.
Al momento le linee guide federali per il trattamento delle persone sieropositive, raccomandano l’inizio di una terapia antiretrovirale quando il numero di CD4 scende sotto un valore di 350 cellule/mm3.

Ma un nuovo studio, pubblicato il 1 giugno 2007, sul Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes, suggerisce che i pazienti potrebbero avere migliori risultati quando il numero totale di CD4 risulta essere uguale o maggiore a 350 cellule.

In questo studio, ricercatori olandesi hanno analizzato dati di pazienti naive, che hanno cominciato la HAART nella coorte ATHENA. I ricercatori hanno preso in considerazione tre punti finali:

* il tempo per raggiungere un risultato uguale o maggiore a 800 CD4 in 5299 pazienti naive che hanno cominciato la HAART:
* le variazioni di conta dei CD4 in un sottogruppo di 544 pazienti in sette anni di terapia ininterrotta;
* il raggiungimento di un punto fermo nella ricostituzione dei CD4 dopo 5 anni di terapia in 366 paziente virologicamente soppressi.

Risultati

Entro sette anni dopo l’inizio della terapia antiretrovirale, i pazienti che avevano ottenuto un valore di 800 CD/mm3 o superiore è stato così suddiviso:
o 20% in chi ha iniziato la terapia con un valore di 50 o inferiore;
o 26% in chi ha iniziato la terapia con un valore tra 50-200 cellule;
o 46% in chi ha iniziato la terapia con un valore tra 200-350 cellule;
o 73% in chi ha iniziato la terapia con un valore tra 350-500 cellule ;
o 87% in chi ha iniziato la terapia con un valore di 500 cellule o superiore.

· Mentre anche pazienti che hanno cominciato la terapia con un numero molto basso di CD4, hanno sperimentato una buona risposta immunologica, il loro recupero è stato più lento e non hanno raggiunto lo stesso livello di quei pazienti che hanno cominciato prima.
· I pazienti di età tra i 50 o superiore e quelli che in quel periodo hanno avuto livelli di RNA dell’HIV superiore alle 500 copie/mL hanno avuto un minore aumento della conta di CD4 tra i sei mesi e i sette anni.
· Aver raggiunto una conta di CD4 uguale o maggiore a 800 nei cinque anni, un’età avanzata, e aver avuto uno o più misurazioni dei livelli di RNA dell’HIV sopra le 1000 copie/mL tra i cinque e i sette anni è stato associato ad un punto fermo nel ripristino delle cellule CD4.

Conclusioni

“Il ripristino del sistema immunitario, ovvero il raggiungimento di una conta di CD4 uguale o maggiore a 800 nei sette anni, in pazienti che cominciano con un numero di CD4 uguale o maggiore a 350 è raggiungibile per la maggior parte di pazienti che cominciano una HAART e che conseguono una soppressione virale sufficiente” concludono gli autori. “Particolarmente nei pazienti di sopra i 50 anni di età, potrebbe essere meglio cominciare prima con una terapia antiretrovirale di quanto attualmente le linee guida raccomandino”.

In un editoriale in accompagnamento, i dottori Evan Wood e Julio Montaner, del British Columbia Centre for Excellence in HIV/AIDS hanno scritto che con la disponibilità di regimi farmaceutici nuovi e la loro semplicità e sicurezza attuali, sarebbe il caso di rivalutare le linee guida per l’inizio di una terapia, incorporando altri fattori alla sopravvivenza, quali l’immuno ricostituzione e la potenzialità della trasmissione del virus.

Fonte: hivandeepatitis.com
Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv

Potrebbe interessarti anche

Usiamo i cookie e i metodi simili per riconoscere i visitatori e ricordare le preferenze. Li usiamo anche per misurare l'efficacia della campagna e analizziamo il traffico del sito. Accetta tutto e visita il sito Per ulteriori dettagli o per modificare le tue scelte di consenso in qualsiasi momento vedere la nostra politica sui cookie.