Home Attualità Il cordoglio delle associazioni HIV per la scomparsa del professor Andrea de Luca

Il cordoglio delle associazioni HIV per la scomparsa del professor Andrea de Luca

di Luca Negri
Il cordoglio delle associazioni per la scomparsa del professor Andrea de Luca

Il cordoglio delle associazioni per la scomparsa del professor Andrea de Luca

Dal NPS Italia
Una vita può interrompersi all’improvviso e lasciarti dei vuoti immensi, che subito si percepiscono come tali. Ecco cosa è accaduto lo scorso 4 febbraio con la scomparsa del professor Andrea De Luca nell’incidente autostradale sull’A24.

Si è interrotta la vita di uomo, di un padre, di un ricercatore clinico italiano ed internazionale, di un professore, di un infettivologo impegnato anche socialmente nella lotta all’Hiv, del medico di molti di noi persone con Hiv, e le nostre condoglianze vanno in particolare alla sua famiglia.

È strano pensare che proprio oggi Andrea sarebbe dovuto essere il coordinatore di un gruppo di lavoro presso il Ministero della Salute sulla formazione degli operatori sociosanitari sul tema dell’Hiv, al quale avrei partecipato anch’io; e invece a quel tavolo ci siamo ritrovati tutti a guardarci con gli occhi lucidi per la sua mancanza, che già si sente.

Andrea era spinto dalla passione per il suo lavoro che lo ha portato a impegnarsi su più fronti, e il valore di ciò che si perde è immenso. Pensavo che avrei avuto tutto il tempo per dirti grazie, ma questo tempo mi è stato strappato via in modo davvero inaspettato. Spesso ci ritrovavamo a parlare di pazienti che conoscevamo entrambi, condividendo preoccupazioni o considerazioni, e chiedeva la mia opinione con estrema umiltà e semplicità, nemmeno fossi una sua collega!

Leggi tutto l’articolo sul sito di NPS Italia Onlus

Dalla Lila

La LILA esprime profondo cordoglio per la scomparsa di un grande medico e di un amico dell’associazione manifestando tutta la sua vicinanza alla famiglia. Di Lui vogliamo ricordarne anche, e soprattutto, la sensibilità e l’umanità con cui sapeva trattare i propri pazienti, l’impegno per il contrasto allo stigma e ai pregiudizi contro le persone con HIV e per la prevenzione. Le sue qualità umane e professionali, De Luca le manifestò fin dai primi duri anni della lotta all’AIDS, quando era impegnato in prima linea presso il Policlinico Gemelli di Roma e continuò a dimostrale anche a Siena da dove, spesso, si relazionava con la nostra sede toscana.

Tra i suoi studi, attivi anche in campo internazionale, si segnalano quelli sulle resistenze, sulla leucoenefalopatia multifocale progressiva, sulle coinfezioni tra HIV ed epatiti. Esperto di fama mondiale sulla terapia antiretrovirale, era tra i principali conoscitori delle strategie di semplificazione della ART.

Ho appreso con grande dispiacere la notizia della scomparsa del Professor De Luca –ha detto Sabrina Bellini, presidente LILA Toscana– De Luca si è sempre dimostrato umanamente e professionalmente attento e disponibile ad accogliere le riflessioni derivanti dal nostro lavoro associativo e a collaborare per costruire insieme percorsi di sostegno e presa in carico delle persone

Commosso anche il ricordo del presidente nazionale LILA Massimo Oldrini:

Ho conosciuto Andrea una quindicina di anni fa in ambito istituzionale, una volta gli chiesi aiuto per un amico che aveva un problema grave e fui colpito dalla competenza, dalla passione e dall’assoluto rispetto con cui si rapportava alle persone con HIV. È senza dubbio una perdita grave per la comunità scientifica ma anche per il mondo dell’associazionismo”.

Leggi tutto l’articolo su Lila News

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più