Home Congressi Seminario Nadir 2015: presentazioni dei relatori2015: PRESENTAZIONI DEI RELATORI

Seminario Nadir 2015: presentazioni dei relatori2015: PRESENTAZIONI DEI RELATORI

di Neptune
Hiv, switch a emtricitabina/rilpivirina/tenofovir alafenamide

Seminario Nadir 2015: presentazioni dei relatori2015: PRESENTAZIONI DEI RELATORISeminario Nadir 2015: presentazioni dei relatori2015: PRESENTAZIONI DEI RELATORI
44 persone appartenenti a 18 associazioni territoriali hanno partecipato al convegno dal titolo ‘INNOVAZIONE NELLA TERAPIA ANTIRETROVIRALE, GLI INIBITORI DELLE INTEGRASI: I PROTAGONISTI DI UNA NUOVA ERA.

Sfide e opportunità per le persone con HIV’. Disponibili le presentazioni.

PROGRAMMA
Presidenti: Filippo von Schloesser, Adriano Lazzarin

Adriano Lazzarin – Oggi … si può ancora migliorare?
Attraverso i limiti dello standard di cura di oggi, saranno evidenziate le nuove sfide che ci attendono per raffinare ulteriormente l’impatto positivo del trattamento sulla persona con HIV.

Scarica la presentazione

Andrea Antinori – Dati di ieri, dati di oggi: dove stiamo andando?
Proposta di un percorso ragionato, attraverso la lettura di quanto è emerso ed ancora emerge dalla ricerca clinica, in merito all’evoluzione del trattamento.

Scarica la presentazione

Massimo Andreoni – E’ tempo di ‘rivoluzionare’ la terapia antiretrovirale? ‘Evidenze’ versus ‘speranze’
Panoramica dei nuovi schemi terapeutici nei cosiddetti ‘vari segmenti’ di pazienti con HIV: quali evidenze, quali promesse, quali speranze ci sono?

Scarica la presentazione

Antonella Castagna – Eliminare il fallimento
Il ruolo degli INI nella gestione del fallimento. Visti i dati, come ridefinirlo?

Scarica la presentazione

Massimo Galli – C’è un nuovo paradigma per la tollerabilità?
Siamo in presenza di una classe e di un farmaco che possono far dimenticare le criticità di altre classi ed altri farmaci?

Scarica la presentazione (parte 1)
Scarica la presentazione (parte 2)

Cristina Mussini – Chi potrebbe giovarne di più? Focus sulle popolazioni speciali
Ci sono popolazioni particolari che possono trarre maggior giovamento da questa classe e da qualche farmaco in particolare? Quali sono gli studi? Quali speranze?

Scarica la presentazione

FONTE: newsletter nadironlus

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più