Home Campagne #STOPAIDS “se te ne fotti l’AIDS ti fotte” la nuova campagnia di Anlaids

#STOPAIDS “se te ne fotti l’AIDS ti fotte” la nuova campagnia di Anlaids

di Luca Negri
#STOPAIDS "se te ne fotti l'AIDS ti fotte" la nuova campagnia di Anlaids

#STOPAIDS “se te ne fotti l’AIDS ti fotte” la nuova campagnia di Anlaids

#STOPAIDS:
Tutti gli anni in questo periodo, in vista della Giornata mondiale contro l’AIDS,  si moltiplicano gli eventi per prevenire la diffusione dell’HIV e delle MST (malattie sessualmente tramissibili).

Quest’anno la mobilitazione sembrerebbe cresciuta e tutte le associazioni grandi e piccole si stanno dando da fare.
Questo è sicuramente un bene. Poi passato il primo dicembre…?

Vari articoli affermano che un giovane su 10 pensa che l’HIV si possa trasmettere con un bacio.
Bè uno su dieci…dieci su cento…cento su mille, cominciano ad essere tanti. Allora avanti con le campagne come  l’ultima di Anlaids dal titolo forte ma veritiero, in gergo giovanile:

#STOPAIDS. “Se te ne fotti l’AIDS ti fotte”.

Ma queste campagne o gli spot video, dovrebbero essere trasmessi tutto l’anno.
Servirebbe una legge che obbliga tutti i canali, compresi quelli a pagamento, a trasmetterli con più frequenza e non solo ad orari impossibili.
I manifesti potrebbero rimanere affissi per più tempo, dentro ai mezzi pubblici , nelle bacheche all’interno dei comuni, delle scuole, degli uffici pubblici e in tutti quegli spazi inutilizzati e magari pieni di scarabocchi dei quali sono piene le nostre città soprattutto nelle periferie.
Quasi un’utopia.
Buon Primo Dicembre a tutti!

Luca Negri –poloinfo hiv

La Campagna di Anlaids Onlus per il 1° dicembre 2017

Quest’anno Anlaids ha scelto un claim forte Se te ne fotti, l’AIDS ti Fotte, proprio per riportare prepotentemente l’attenzione su un tema che sembra essere dimenticato, ma che continua a colpire in silenzio, condizionando la vita di migliaia di persone.

Sono 30 anni che Anlaids mette in campo risorse ed energie di tante persone per contrastare la diffusione del virus dell’HIV in Italia, ma non solo. Il nostro impegno morale è informare le persone per metterle nella condizione di agire con consapevolezza.

Grazie alla partecipazione sentita e concreta dei personaggi che hanno aderito, offrendo il proprio volto a favore di una testimonianza per abbattere la paura e ogni forma di discriminazione, la campagna parlerà dai muri di Milano, Napoli, Genova, Torino, Bologna, Roma, Catania, Taranto, Padova, Trieste, Rimini e Perugia.

La campagna durerà dieci giorni con manifesti 200 x 140: sono state valutate con attenzione le zone di affissione, bilanciando l’esposizione tra centri e periferie. Anlaids esprime profonda gratitudine a tutti i protagonisti della campagna e a tutti i volontari che l’hanno resa possibile. E un grazie particolare a Daniele Barraco, fotografo autore delle immagini.

#stopaids #anlaids #fuckaids #1dicembre2017 #worldaidsday

Scarica il Comunicato Stampa

Fonte: anlaids

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più