Home Altre patologie Il tasso di perdita ossea tra le donne trattate con ART è il doppio rispetto agli uomini

Il tasso di perdita ossea tra le donne trattate con ART è il doppio rispetto agli uomini

di Luca Negri
Il tasso di perdita ossea tra le donne trattate con ART è il doppio rispetto agli uomini

Il tasso di perdita ossea tra le donne trattate con ART è il doppio rispetto agli uomini

Tasso di perdita ossea: la densità minerale ossea diminuisce il doppio nelle donne sieropositive rispetto agli uomini sieropositivi. Questo secondo secondo la ricerca italiana pubblicata nell’edizione online del Journal of Acquired Defuci Deficency Syndromes. Lo studio è la più grande analisi mai effettuata sui cambiamenti a lungo termine della densità minerale ossea (BMD) nelle persone sieropositive.

Oltre i tre quarti di essi aveva una carica virale non rilevabile . Diversi altri fattori di rischio modificabili sono stati associati anche alla riduzione della BMD, compresa l’infezione da virus dell’epatite C, il trattamento con tenofovir ), i bassi livelli di vitamina D e la mancanza di esercizio fisico.

“In un’ampia coorte di uomini e donne affetti da HIV in terapia antiretrovirale a lungo termine, la BMD a livello del collo e della colonna lombare del femore, un significativo fattore predittivo di rischio di fratture, è diminuito di due volte più rapidamente tra le donne con infezione da HIV rispetto a gli uomini, anche dopo essersi adattati alle co-varianti. “In particolare, la maggior parte dei soggetti in aveva meno di 50 anni e solo il 15% delle donne partecipanti era in menopausa al di cui il 24% durante lo studio.

 

Quindi, con l’invecchiamento e la menopausa, il tasso di declino della BMD tra le donne con infezione da HIV dovrebbe essere ancora più pronunciato, come suggerito dalle differenze di età e di sesso”.I declini nella BMD durante i primi tre anni dopo l’inizio della ART sono ben descritti nella letteratura medica. Tuttavia, il tasso di perdita ossea ulteriore e dei suoi fattori di rischio sono meno chiari.

 

I ricercatori della Modena Metabolic Clinic hanno quindi progettato uno studio che ha coinvolto 839 donne e 1759 uomini sottoposti a ART a lungo termine.

 

Il tasso di perdita ossea tra le donne trattate con ART è il doppio rispetto agli uomini

Osteopenia – osteoporosi

La BMD è stata misurata ogni sei o 12 mesi utilizzando scansioni di assorbimetria a raggi X a doppia energia (DXA) per un massimo di dieci anni. I ricercatori hanno calcolato i tassi annuali di declino della BMD nell’anca (collo del femore) e nella colonna vertebrale lombare e i fattori associati. I loro modelli statistici comprendevano dati demografici e fattori correlati all’HIV. Un modello finale ha aggiunto un’interazione tra sesso e durata della terapia.

Nel più ampio e lungo studio sui cambiamenti di BMD tra uomini e donne con infezione da HIV fino ad oggi, abbiamo riscontrato un tasso di riduzione della BMD quasi doppio rispetto a quello delle donne con infezione da HIV rispetto agli uomini”, commentanoi ricercatori.

“I nostri risultati evidenziano le perdite di BMD tra le donne, indipendentemente dalla menopausa, effetti che richiedono una considerazione futura nella selezione della terapia antiretrovirale (ART)”.

Si nota anche che diversi fattori di rischio modificabili sono stati associati al tasso di perdita ossea. E che la perdita ossea potrebbe potenzialmente essere rallentata, come dalla terapia HCV, dagli integratori di vitamina D, dalla terapia dell’HIV e dall’esercizio fisico.

“La bassa densità minerale ossea è uno dei numerosi fattori di rischio per le fratture”, concludono i ricercatori. “Pertanto, gli interventi che potrebbero avere l’impatto maggiore in questa popolazione anziana sono quelli che attenuano le perdite di BMD e riducono al minimo il rischio di fratture attraverso riduzioni delle cadute.”

Riferimento

Erlandsom KM et al. La densità minerale ossea diminuisce il doppio rispetto alle donne con infezione da HIV rispetto agli uomini. J Acquir Immune Defic Syndr, edizione online. DOI: 10.1097 / QAI.0000000000001591 (2017).

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione

Fonte: aidsmap

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più