Home Centri Test HIV AIDS Telefono Verde AIDS 800861061

Telefono Verde AIDS 800861061

di Luca Negri
LINKAGE TO CARE IN HIV QUESTIONARIO

Telefono Verde AIDS 800861061Il Servizio telefono verde hiv aids, anonimo e gratuito per l’utente, con sede presso l’ISS, dispone di sei linee telefoniche ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 13:00 alle ore 18:00, presso il Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie e Immunomediate, la cui finalita’  prioritaria è quella di «proteggere la popolazione umana dalle infezioni di qualsiasi natura», si colloca il Servizio Nazionale Telefono Verde AIDS (TVA), istituito dalla Commissione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS nel mese di giugno del 1987.

Il Servizio, costituito da una équipe composta da quattro ricercatori psicologi e da un collaboratore tecnico di ricerca, è coordinato da Anna Maria Luzi, ricercatrice psicologa ([email protected]).

Da marzo 2007, il Telefono Verde AIDS, si avvicina ai cittadini stranieri, offrendo un intervento di counselling telefonico sull’infezione da HIV e sull’AIDS, oltre che in italiano, in altre sette lingue, a rotazione dal lunedì al venerdì ,con il contributo di mediatori linguistico culturali:
Lunedì – mediatore per le persone di lingua inglese e francese
Martedì – mediatore per le persone di lingua romena
Mercoledì – mediatore per le persone di lingua spagnola
Giovedì – mediatore per le persone di lingua cinese e araba
Venerdì – mediatore per le persone di lingua russa

Attività del Servizio

– Counselling telefonico: informazioni scientifiche e personalizzate sull’infezione da HIV e sull’AIDS fornite attraverso un colloquio specialistico mirato
– Ricerca: studi e progetti in ambito psico-socio-comportamentale a livello nazionale e internazionale
– Formazione: percorsi formativi di aggiornamento/perfezionamento, intra ed extramurali, su tematiche riguardanti la comunicazione efficace e il counselling rivolti ad operatori del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), di organizzazioni non governative e di associazioni di volontariato
– Educazione sanitaria: attività seminariale, intra ed extramurale, rivolta a studenti di scuole medie inferiori e superiori
– Consulenza: interventi, intra ed extramurali per l’organizzazione e la gestione di servizi telefonici su tematiche sanitarie emergenti.

Tematiche trattate

– Prevenzione primaria e secondaria dell’infezione da HIV/AIDS nella popolazione generale
– Promozione e tutela della salute nella popolazione giovanile in relazione all’infezione da HIV/AIDS
– Promozione e tutela della salute nella popolazione non italiana in relazione all’infezione da HIV/AIDS
– Identificazione e valutazione degli aspetti psico-socio-comportamentali delle persone HIV positive e HIV negative nei trials vaccinali
– Elaborazione di strategie efficaci nella comunicazione del rischio relativamente alle malattie infettive con particolare riferimento alle MST
– Elaborazione di una metodologia didattica per l’attivazione di percorsi formativi e di aggiornamento sul counselling rivolti ad operatori psico-socio-sanitari del SSN e non, impegnati nella prevenzione primaria, secondaria e terziaria dell’infezione da HIV/AIDS/MST.

Attività di counselling telefonico (800 861061)

Il TVA, anonimo e gratuito, rappresenta da quasi 20 anni una delle attività di servizio più significative dell’Istituto Superiore di Sanità ed è impegnato in interventi di prevenzione primaria e secondaria dell’infezione da HIV e dell’AIDS rivolti alla popolazione generale, attraverso il counselling telefonico.
Tale intervento, offre agli utenti la possibilità di usufruire di un’informazione scientifica e aggiornata utile per facilitare la messa in atto di modifiche comportamentali e decisionali necessarie per diminuire il disagio e per attuare lifeskills finalizzate ad evitare comportamenti a rischio. L’attività di counselling permette di:
– erogare informazioni personalizzate
– favorire attraverso un colloquio specialistico mirato l’individuazione del «reale» problema della persona/utente
– prospettare insieme alla persona/utente possibili soluzioni
– facilitare nella persona/utente la diminuzione dell’ansia per una migliore ricezione del messaggio informativo.

Gli strumenti utilizzati sono:
– sei linee telefoniche, attive dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.00 alle ore 18.00
– un archivio, aggiornato periodicamente, costituito da più di 1000 centri diagnostico-clinici e psico-socio-sanitari
– un software di data entry e di gestione archivi on line.

L’esperienza acquisita negli anni dagli esperti del TVA è stata più volte messa a disposizione dei cittadini e utilizzata per intervenire sia in situazioni di emergenza provocate da eventi morbosi che hanno destato allarme nella popolazione, come la fascite necrotizzante e il virus Ebola, sia nell’ambito di fenomeni sociali quali le tossicodipendenze.
Dal 25 novembre 2003 il Servizio, è coinvolto nelle procedure di arruolamento per la sperimentazione del vaccino anti-HIV basato sulla proteina TAT. Nell’ambito dell’attività di counselling telefonico si sono avviate, inoltre, indagini mirate (survey telefoniche) che consentono di sondare fattori psicosociali e comportamentali di persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’infezione da HIV.

Dati relativi all’attività di counselling telefonico rivolta alla popolazione generale

Il TVA da giugno 1987 a dicembre 2006 ha ricevuto 575.815 telefonate: di queste 414.050 (71,9%) da utenti di sesso maschile, 161.374 (28,0%) da utenti di sesso femminile, per 391 (0,1%) tale informazione è mancante.
La distribuzione per classi di età, evidenzia che 449.077 (78,0%) delle telefonate proviene da utenti di età compresa tra i 20 e i 39 anni.
Per quanto riguarda le aree geografiche si rileva che dal Nord sono giunte 269.802 (46,9%) telefonate, dal Centro 163.206 (28,3%), dal Sud 101.527 (17,6%), dalle Isole 36.046 (6,3%), per 5.234 (0,9%) l’informazione non è indicata.
I gruppi di persone/utenti più rappresentati risultano essere gli eterosessuali non tossicodipendenti 306.811 (53,3%) e i non fattori di rischio, coloro che non hanno corso alcun rischio – 163.768 (28,4%).
L’équipe del TVA ha risposto negli anni a 1.504.272 quesiti che riguardano i seguenti argomenti: informazioni sul test 26,1%, modalità di trasmissione 25,6%, aspetti psico-sociali 14,5%, disinformazione 12,2%, prevenzione 7,5%, virus 6,0%, sintomi 3,5%, terapia e ricerca 1,9%, altro 2,7%.

Il notevole numero di telefonate pervenute, costante negli anni, nonché gli argomenti affrontati legati alla sfera sessuale, talvolta di non facile esplicitazione in una relazione vis à vis, inducono a riflettere sull’utilità di continuare ad utilizzare il telefono come mezzo rapido ed efficace di informazione sanitaria.
Inoltre, l’intervento di counselling telefonico, fornito dai ricercatori del Telefono Verde AIDS, tenendo conto della complessità e della unicità dei singoli individui, permette di erogare informazioni scientifiche, aggiornate e personalizzate, fondamentali per prevenire il diffondersi del virus HIV e aiutare la persona a trovare le basi motivazionali per non «agire» comportamenti a rischio e/o per modificare quelli già esistenti.

Fonte: iss.it

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più