Home Farmaci anti HIV Quando e come il TAF è migliore del del Tenofovir disoproxil fumarato (TDF)

Quando e come il TAF è migliore del del Tenofovir disoproxil fumarato (TDF)

di Luca Negri
Da Read files: Il backbone: la solidità della storia come promessa per il futuro

Quando e come il TAF è migliore del del Tenofovir disoproxil fumarato (TDF)

Tenofovir disoproxil fumarato (TDF) è uno dei farmaci più utilizzati nel trattamento dell’HIV. È incluso nelle pillole Truvada, Eviplera, Stribild e Atripla.
Il TDF è altamente efficace e di solito non causa molti effetti collaterali, ma può peggiorare i problemi renali e ossei per alcune persone.

Per questo motivo, è stata sviluppata una nuova forma del farmaco, chiamata tenofovir alafenamide (TAF). Offre tenofovir in modo più efficiente e può essere assunto a dosi più basse. Ciò significa meno esposizione ai farmaci per i reni, le ossa e altri organi e tessuti con un potenzialmente e meno effetti collaterali. Il TAF è incluso nelle pillole Descovy, Odefsey e Genvoya.

Quando e come il TAF è migliore del del Tenofovir disoproxil fumarato (TDF)Il problema è che le nuove pillole contenenti TAF sono molto più costose di quelle contenenti TDF. È disponibile una versione più economica e generica di TDF, e una combinazione di farmaci che la contiene potrebbe potenzialmente costare fino a 100 sterline all’anno.

D’altra parte, TAF è un nuovo prodotto esclusivo per l’azienda farmaceutica Gilead e protetto da brevetto. La combinazione di farmaci più economica che contiene TAF costa quasi 6000 sterline all’anno nel Regno Unito.

Chi prende decisioni al NHS e medici dovrebbero allearsi, quando vale la pena pagare anche un prezzo maggiore.
Al momento nel Regno Unito vengono generalmente utilizzate combinazioni di farmaci contenenti TDF (piuttosto che TAF), ad eccezione delle persone che hanno già malattie renali, malattie ossee o fattori di rischio. In questi casi, una combinazione contenente TAF è spesso un’alternativa adatta.

Una nuova analisi suggerisce che il TAF ha solo un vantaggio rispetto a TDF quando viene assunto insieme a ritonavir o cobicistat. Questi sono agenti potenziati che devono essere assunti con inibitori della proteasi e l’inibitore dell’integrasi elvitegravir per aumentare i livelli di tali farmaci.

Ad esempio, le persone spesso prendono una di queste combinazioni contenenti ritonavir o cobicistat:

  • atazanavir, ritonavir, tenofovir disoproxil fumarato (TDF) ed emtricitabina
  • darunavir, ritonavir, tenofovir disoproxil fumarato (TDF) ed emtricitabina
  • elvitegravir, cobicistat, tenofovir disoproxil fumarato (TDF) ed emtricitabina.

Molte altre persone prendono TDF come parte di un regime non potenziato, in altre parole senza ritonavir o cobicistat. Ad esempio, possono assumere dolutegravir, raltegravir o rilpivirina insieme a tenofovir disoproxil fumarato (TDF) ed emtricitabina. I ricercatori hanno identificato tutti gli studi precedenti condotti su TDF e TAF. Hanno riunito i risultati di undici studi per un totale di poco più di 8000 persone. Poco più della metà dei partecipanti allo studio ha assunto una combinazione di farmaci contenente un richiamo di ritonavir o cobicistat.

Questi sono i risultati:

  • L’efficacia del trattamento nel mantenere la carica virale non rilevabile – nessuna differenza tra TDF e TAF come parte di un regime non potenziato. Quando è stato assunto un agente potenziatore, TAF era associato a tassi di efficacia del 2% più alti.
  • Cambio del trattamento a causa di problemi renali – nessuna differenza tra TDF e TAF come parte di un regime non potenziato. Quando è stato assunto un agente potenziatore, TAF è stato associato con un 1% in meno di modifiche del trattamento.
  • Cambio del trattamento a causa di problemi alle ossa – nessuna differenza tra TDF e TAF come parte di un regime non potenziato. Quando è stato assunto un agente potenziatore, TAF è stato associato con un 1% in meno di modifiche del trattamento.
  • Fratture ossee – nessuna differenza tra TDF e TAF come parte di un regime non potenziato. Quando è stato assunto un agente potenziatore, il TAF era associato a un minor numero di fratture.
  • Gravi effetti collaterali generali – nessuna differenza tra TDF e TAF, indipendentemente dal fatto che i regimi siano stati potenziati o meno.

I ricercatori concludono che i benefici sulla sicurezza di TAF rispetto a TDF potrebbero essere stati sopravvalutati. In particolare, non hanno trovato alcun vantaggio per il TAF quando la combinazione di farmaci anti-HIV è stata non potenziata, in altre parole non conteneva ritonavir o cobicistat.

Farmaci antiretrovirali

Traduzione e adattamento a cura di Poloinformativohiv/AIDS
La copia e diffusione di tale testo è possibile citando, per cortesia, la fonte della traduzione.

Fonte :  AidsMap

Infezione da HIV: la terapia a singola compressa a base di Bictegravir e F/TAF è risultata non-inferiore ai regimi di confronto

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più