Home Diritti Visti di ingresso in Africa: meno discriminazioni?

Visti di ingresso in Africa: meno discriminazioni?

di Luca Negri
Published: Last Updated on 1391 views

Visti di ingresso in Africa: meno discriminazioni?
Cinque Paesi africani limitano a oggi la libertà di ingresso sul loro suolo ai sieropositivi: Namibia, Isole Comore, Egitto, Sudan, Guinea Equatoriale.

Visti di ingresso in Africa: meno discriminazioni?

La Namibia e le Isole e Comore stanno cambiando la discriminatoria legge che subordina il rilascio di un visto di ingresso a un test negativo dell’Hiv.

La questione, relativamente alla Namibia, balzò agli occhi degli organizzatori di un convegno internazionale sull’Aids lo scorso anno, nella città di Windhoek. L’application form del Paese infatti chiede se il visitatore (anche turista) soffra fra le altre cose di Aids o altre malattie veneree.

Il Presidente della Namibia Hifikepunye Pohamba, recentemente intervistato dal settimanale Jeune Afrique ha garantito che il formulario verrà presto modificato. La situazione nel paese è drammatica: secondo alcune stime riportate dalla Bbc il 25% dei namibiani sarebbe affetto dal virus.

Egitto e Sudan richiedono un test sierologico negativo per rilasciare permessi di soggiorno superiori a un mese, la Guinea Equatoriale anche in caso di permanenze più brevi. Egitto e Sudan poi procedono anche all’espulsione degli stranieri portatori del virus.

Le misure restrittive della maggior parte dei Paesi, non solo africani, furono messe in piedi principalmente negli Anni 90. La tendenza degli Stati a chiudersi rispetto a una malattia che terrorizzava, e una certa miopia dei governanti portarono a queste misure. Ora, finalmente, si va verso misure più rispettose dei diritti civili.

La libertà di movimento delle persone sieropositive è un diritto fondamentale. A maggior ragione in un continente come l’Africa, afflitto dalla piaga dell’Aids.

FONTE: blog.panorama.it

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetta Tutto Scopri di più