Home Donne Women for Positive Action: partnership internazionale per le donne con HIV

Women for Positive Action: partnership internazionale per le donne con HIV

di Luca Negri

Women for Positive Action: partnership internazionale per le donne con HIVPer caratterizzare la Giornata Internazionale della Donna (8 marzo 2010), l’associazione “Women for Positive Action” sta lanciando una serie di strumenti per sensibilizzare la popolazione alle problematiche che oggi le donne affette da HIV/AIDS si trovano ad affrontare. Women for Positive Action(WFPA) è guidata da un’ampia coalizione di operatori del settore sanitario, di donne con HIV e di rappresentanti delle comunità di Europa, Canada e America Latina.

Questa iniziativa gobale è finalizzata a supportare gli oparatori del settore sanitario e le donne affette da HIV, mettendo a loro disposizione delle risorse scaricabili in varie lingue dal sito http://www.womenforpositiveaction.org

“Le donne affette da HIV affrontano molte sfide a causa della loro malattia, tra le quali vanno incluse la depressione, il senso di colpa,l’isolamento, la discriminazione e le preoccupazioni sul proprio aspetto fisico”, ha spiegato Sharon Walmsley, Direttore del HIV Clinical Research, dell’università di Toronto, Canada. “Le nuove risorse del WFPA incoraggeranno l’educazione e promuoveranno la comunicazione tra le donne con HIV e le persone che si prendono cura di loro”.

Le risorse educative includono informazioni sulle migliori pratiche cliniche e le ricerche più avanzate attualmente disponibili, oltre a studi di casi clinici istruttivi.

WFPA riesce a unire in modo unico l’esperienza delle persone impegnate nella cura delle pazienti affette da HIV con quella di coloro che, comemalate, vivono in prima persona questa patologia. Ophelia Haanyama Ørum,Senior Advisor per le partnership globali su HIV e AIDS della Noah’s ArkFoundation, di Stoccolma, in Svezia, ha aggiunto: “Le donne con HIV coinvolte nell’iniziativa della WFPA hanno accolto favorevolmente l’opportunità di inglobare le loro esperienze e conoscenze in soluzioni di cura sanitaria e sociale per le donne che ovunque nel mondo sono affette dall’HIV.”

L’obiettivo del gruppo è dare voce, educare e supportare le esigenze delle donne con HIV, nonché i professionisti del settore sanitario e ipatrocinatori delle comunità impegnati nella loro cura. Il tema della Giornata Internazionale della Donna di quest’anno è “Uguali diritti, uguali opportunità: progresso per tutti”, e rappresenta l’occasione ideale per valutare l’impatto peculiare dell’infezione da HIV sulle donne. La comprensione dell’effetto della malattia è un passo fondamentale nel miglioramento della vita di queste donne e nel superamento delle ineguaglianze dovute al sesso nella cura dell’ HIV. Si calcola che nel mondo vi siano circa 33 milioni di persone affette da HIV.

Le donne rappresentano circa il 50% dei malati di HIV ma nei nuovi casidiagnosticati la quota delle donne supera quella degli uomini. Ciò significache il numero di donne con HIV sta aumentando in diversi Paesi. Le giovani donne, nell’Africa subsahariana, con un’età compresa tra i 15 e i 24 annihanno una probabilità da tre a quattro volte maggiore di contrarre l’infezione, rispetto ai loro coetanei maschi (UNAIDS, 2009). I rapportieterosessuali rappresentano la modalità di trasmissione dell’infezione più comune e la maggior parte delle donne con HIV sono potenziali donne in gravidanza. Inoltre, le donne hanno una maggiore probabilità di esserediagnosticate come affette da infezione da HIV più tardivamente e quindi auno stadio più avanzato dell’infezione rispetto agli uomini.

Visitate il sito http://www.womenforpositiveaction.org per maggiori informazioni sull’associazione WFPA e sui progetti in corso. WFPA è supportata da un finanziamento da parte di Abbott.

FONTE: italianinnovation.it

 

Potrebbe interessarti anche

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che ti stia bene, ma se lo desideri puoi disattivarli. Accetto Scopri di più